Skip to main content

Brunello di Montalcino: un Natale di-Vino e una carta d’Identità elettronica

Non categorizzato - 17 Dicembre 2009

consorzioDati incoraggianti e previsioni ottimistiche per le vendite durante le festività. Il Consorzio di Montalcino, è tra i primi in Italia a dotarsi di un sistema completo di tracciabilità, utilizzabile sia tramite internet sia con il telefono cellulare.

Montalcino, 17 dicembre 2009 – Per 2 italiani su 5 è il vino il regalo più gettonato per questo Natale. Dati confermati anche dall’ultima indagine Format-Confcommercio, secondo la quale tra gli articoli che saranno acquistati di più spiccano i capi di abbigliamento (70,5%), i libri (63,2%), i generi alimentari (56,7%), il vino (40,9%), gli articoli sportivi (35,4%), Cd e Dvd (33,9%).

Tuttavia, i dati di Deloitte parlano di una flessione delle spese nel periodo natalizio del 2,5% e a risentirne, in molti casi, sono proprio le aziende enogastronomiche.

Ma per il Brunello di Montalcino, nonostante la crisi, le previsioni sui consumi natalizi sono ottimistiche. Proprio durante le festività, infatti, il Brunello realizza il 14% del fatturato annuale.

Riceviamo molte richieste per i nostri prodotti proprio nel periodo natalizio - dichiara il Presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, Patrizio Cencioni - e siamo abbastanza fiduciosi anche quest’anno. Non ci aspettiamo una crescita dei consumi, ma dovremmo mantenere le posizioni dello scorso anno. Dopo una frenata della domanda, infatti, da ottobre abbiamo notato una discreta ripresa del mercato. E’ il segno che la gente continua ad apprezzare i nostri prodotti e a darci fiducia”.

Ma come fare per tutti gli appassionati, gli intenditori e i semplici compratori occasionali che cercano anche sotto le feste maggiori sicurezze sul prodotto che stanno acquistando? A questo proposito, il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino ha attivato la tracciabilità del vino Brunello di Montalcino anche tramite SMS.

Già da alcuni anni il Consorzio ha messo a punto un sistema per la tracciabilità tramite il proprio sito internet (www.consorziobrunellodimontalcino.it), che fornisce un ottimo servizio ai consumatori più attenti ed esigenti. Per accedere al servizio è sufficiente seguire le istruzioni del sito e inserire nell’apposito forum le tre lettere e gli otto numeri presenti sulla fascetta obbligatoriamente apposta su ogni bottiglia di Brunello. Al termine di questa semplice procedura appaiono una serie di dati preziosi: annata, numero di bottiglie prodotte nella stessa partita, riferimento alla certificazione dell’ente di controllo, dati analitici specifici (titolo alcolometrico, estratto e acidità), nome del produttore con relativi riferimenti di indirizzo, numero di telefono, mail, nonché il link diretto al suo sito web.

Adesso gli stessi dati possono essere reperiti tramite il telefono cellulare. La procedura è similare a quella del sito internet, ma viene fatta tramite l’invio di un SMS al numero 366.3008880. Il testo dell’SMS deve essere compilato con le tre lettere (in maiuscolo) e gli otto numeri presenti sulla fascetta e dalla capacità della bottiglia (es. 0.75 per la normale bordolese, apponendo il punto di separazione e non la virgola). In poco tempo arriverà un SMS di risposta contenente tutti i dati.

Il Consorzio di Tutela dei vini di Montalcino è tra i primi in Italia a dotarsi di un sistema che consente la tracciabilità totale: la “carta d’identità” elettronica è infatti disponibile dall’annata 1999, ma ora si arricchisce del servizio SMS.

“Si tratta di un importante passo avanti nel concetto di trasparenza e tracciabilità totale – conclude il Presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino Patrizio Cencioni - Con questo sistema i consumatori hanno innanzitutto la garanzia che la fascetta corrisponda effettivamente alla bottiglia su cui è applicata. Inoltre in questo modo i produttori stringono con il consumatore una sorta di patto che non finisce con l’acquisto della bottiglia, ma va avanti anche dopo, garantendo informazioni e assistenza a chi compra un vino del territorio di Montalcino. Questa carta di identità telematica non è altro che la fase finale, l’ultimo step di una serie di controlli effettuati su tutta la filiera, dal vigneto alla bottiglia, a tutela dei produttori e soprattutto dei consumatori”.

altrenews

MASTERCHEF TEAM BUILDING - HUMAN PLUS
MASTERCHEF TEAM BUILDING Anche Settembre è arrivato e con lui tutte quelle…
Scopri di più
Human Plus. La regata del XII Spencer Day
Qui in Spencer & Lewis crediamo nello Human Plus e costruiamo il…
Scopri di più
Kozel arriva in Italia:
Tradizione, ospitalità e collaborazione i valori di Kozel La birra ceca più…
Scopri di più