Skip to main content

ITALIANI, NIENTE SESSO: 9 SU 10 LO FANNO ONLINE

Non categorizzato - 25 Marzo 2014

GraficaIl 29% degli italiani scambia sms erotici tra le corsie del supermercato

La frequenza degli appuntamenti in camera da letto per le coppie tricolore scende a una volta al mese. A farla da padrone, sexting e pornografia.

Il mito dello stallone italiano è decaduto. Il 45% degli italiani e il 53% delle italiane fanno sesso con il proprio partner solo una volta al mese, ma si dedicano al sexting ben 7-10 volte a settimana. Gli italiani abbandonano il talamo nuziale per esplorare il mondo del sesso online. È quanto emerge dal Global Sex Survey 2014, sondaggio condotto dal popolare sito di incontri extraconiugali AshleyMadison.com, a cui hanno risposto oltre 74 mila utenti iscritti al sito da 26 Paesi diversi.

Nell’era dell’amore digitale, Eros depone arco e frecce e prende in mano il cellulare. L’88% degli italiani, infatti, si da al sexting, superando nettamente la media mondiale (73%). Lo scambio di messaggi e foto bollenti - ribattezzate sex selfie, ultima frontiera dell’autoscatto hot - avviene soprattutto tra le corsie del supermercato (29%). Gli italiani vanno alla ricerca di un pò di pepe tra il banco dei surgelati e il reparto ortofrutta, riconfermandosi, così, più fantasiosi rispetto agli utenti delle altre nazioni che, per la loro poesia erotica, scelgono il più prevedibile posto di lavoro (38%).

“I risultati di questo sondaggio evidenziano come la tecnologia digitale consenta di esplorare aspetti della sessualità che fino a poco tempo fà erano considerati taboo – spiega il Prof. Eric Anderson, sessuologo americano autore di The Monogamy Gap: Man, Love and the Reality of CheatingUsare il cellulare per registrare i nostri atti sessuali oppure fare sexting (con il partner o con l’amante) dimostra quanto questa possa essere utile per raggiungere l’orgasmo”.

Stuzzicare la propria fantasia attraverso immagini e parole provocanti pare ecciti di più di baci e carezze, infatti, il 71% degli italiani e il 66% delle italiane scelgono, come ulteriore fonte di piacere, la più tradizionale, ma non per questo meno “proibita”, pornografia. Video espliciti dal contenuto forte diventano protagonisti della vita sotto le lenzuola nostrane, non solo come miti compagni di sedute solitarie, ma soprattutto come ospiti negli incontri di coppia, in particolare nei menage extraconiugali (89%).

“Spesso si ricorre alla tecnologia come diversivo alla routine del rapporto di coppia, eccitare ed essere eccitati virtualmente diventa uno svago trasgressivo e innocente allo stesso tempo, poichè se il tradimento non è fisico non viene percepito come tale” spiega Christoph Kraemer, direttore della comunicazione di AshleyMadison.com. È proprio la carenza di sesso a spingere il 54,5% dei coniugi nelle braccia di un amante. Ma anche con la scappatella, i Casanova italiani non migliorano la propria performance: sono solo 2 gli incontri piccanti in più al mese che il 43% di loro riesce a conquistare.

L’amante latino si è estinto? Forse si è solo digitalizzato.

altrenews

Human Plus. La regata del XII Spencer Day
Qui in Spencer & Lewis crediamo nello Human Plus e costruiamo il…
Scopri di più
Kozel arriva in Italia:
Tradizione, ospitalità e collaborazione i valori di Kozel La birra ceca più…
Scopri di più