Skip to main content

Sesso: le dimensioni contano? La parola alle donne

Non categorizzato - 26 Novembre 2013

Girl put her finger to her lips.I centimetri influiscono sulla riuscita del sesso ma esiste un tacito range di tolleranza. E i mariti hanno centimetri in più degli amanti...

Lui si chiama James. Samantha lo ha conosciuto durante un concerto. I due sembrano fare sul serio, lui è bello, interessante, adorabile e lei è cotta, ma c’è un elemento di discordia: le dimensioni del suo pene. E così, nell’episodio “Amore e sesso” della prima stagione di Sex & the city, Carrie, Miranda e Charlotte si ritrovano a dover rassicurare un’inconsolabile Samantha pronunciando la fatidica frase (di circostanza): “le dimensioni non sono tutto”. (Link alla scena)

Ma, nella vita reale a differenza del piccolo schermo, per le donne italiane le dimensioni contano... fino a un certo punto. A rivelarlo, un piccante sondaggio condotto da Ashleymadison.com, social network della scappatella. Alle intervistate è stato chiesto di essere sincere nell’esprimere un giudizio sui “centimetri” ideali, come se ne stessero parlando alle loro più care amiche – Sex & the city docet – e, sorprendentemente, si sono dimostrate piuttosto tolleranti.
Negli ultimi anni, moltissimi studi hanno tentato di avvalorare la vecchia tesi – che sta ai maschietti come la coperta a Linus van Pelt - secondo cui “nel sesso l’importante è saperci fare” . La maggior parte delle utenti di Ashleymadison.com, infatti, concorda sul fatto che le dimensioni influiscono sulla riuscita del sesso ma che – udite, udite – esiste un tacito range di tolleranza: “Certo, a tutte piacerebbe ricevere una ‘grossa sorpresa’ ma finchè si resta vicini alla media vale la regola del ‘saperci fare’. Se c’è passione non saranno uno o due centimetri, in più o in meno, a fare la differenza – dice Valeria C., 33 anni, utente anonima del sito”.

In soldoni, se in Italia la lunghezza media del pene in erezione è di circa 16 cm, per le signore di casa nostra non sarà un dramma avere a che fare proprio con Mr.13,5! Il motivo per cui “non si sta a guardare il centimetro” dipende dal fatto che per il 78% delle intervistate la chimica ha un valore che supera le unità di misura. Quindi sì, nel sesso è molto importante saperci fare.

“I membri” che le italiane preferiscono incontrare, per un affair, misurano tra i 16 e i 20cm (63% delle preferenze) e tra gli 11 e i 15cm (30,4%). Nessuno ci avrebbe scommesso un centesimo ma solo il 2% cerca gli over23cm. E i mariti? Le utenti ammettono che spesso i loro partner occasionali sono meno dotati del consorte.

Il confronto con le nostre utenti ha evidenziato una cattiva abitudine tutta maschile – spiega Noel Birdeman, CEO di AshleymadisonIn piena ‘sindrome da spogliatoio’ ci si concentra troppo sui centimetri e troppo poco sulle prestazioni. Succede così che i più dotati sentono di partire avvantaggiati e quelli che lo sono meno sono spesso vittime dell’ansia. Nella realtà, donne con mariti ben equipaggiati sentono il bisogno di cercare un’alternativa a rapporti sessuali noiosi allo stesso modo di altre. Il sesso non è una questione di soli numeri e tutto può diventare il contrario di tutto”.

E se siete ancora lì, con il righello in mano, a chiedervi se il vostro “amichetto” sia o meno nella media, cercate la mappa delle lunghezze dei peni nel mondo.. e che il centimetro sia con voi!

 

ashleymadisonashleymadison.comdimensionimaritosessosondaggiotradimento

altrenews

Human Plus. La regata del XII Spencer Day
Qui in Spencer & Lewis crediamo nello Human Plus e costruiamo il…
Scopri di più
Kozel arriva in Italia:
Tradizione, ospitalità e collaborazione i valori di Kozel La birra ceca più…
Scopri di più