Skip to main content

Tecnologia Siemens per il tunnel del San Gottardo

Non categorizzato - 1 Giugno 2016

Tecnologia Siemens per il tunnel del San Gottardo

57 km di lunghezza, 2 km di profondità, 3.200 km di fili elettrici e 2.600 km di cavi per la trasmissione di dati, sono i numeri del tunnel del San Gottardo: la galleria ferroviaria più lunga del mondo che da oggi abbatterà significativamente i collegamenti da e verso il nord Europa, spostando su binario gran parte del traffico merci e rendendo il trasporto di convogli e persone più veloce e sicuro. Proprio in tema di sicurezza, un ruolo fondamentale è stato giocato da Siemens, ideatrice di un sistema automatizzato tra i più sofisticati mai sviluppati, in grado di monitorare e gestire anche il rischio incendi.

L’impianto permette, in caso di pericolo, l’intervento dei soccorsi entro 15 minuti e l’abbandono totale del tunnel entro 90 minuti, ciò grazie al supporto di cabine di controllo esterne regolate da un sistema di messaggi vocali, frecce, scritte luminose e telefoni d’emergenza. Allo scattare dell’emergenza, i passeggeri saranno condotti attraverso i 176 cunicoli trasversali, dotati di emergency room, che ogni 300 metri collegano i due canali separati, lungo i quali corrono i treni. La progettazione del duplice canale fa sì che un treno sia sempre in grado di arrivare in aiuto di un altro mediante due stazioni multifunzionali di scambio, che consentono il passaggio da un canale all’altro, interrompendo e isolando il contatto grazie alle chiusure ermetiche ignifughe. Saranno due, infine, le stazioni interne al tunnel che permetteranno l’evacuazione di più di 1.000 persone.

Tecnologia Siemens per il tunnel del San Gottardo 1

Le apparecchiature di videosorveglianza sono collegate tra esse mediante cavi in fibra ottica che trasmettono ogni informazione a due centri di controllo posti ai due ingressi della galleria, regolati a loro volta da un sistema di sicurezza “ridondante”: se uno dovesse guastarsi, l’altro sarà in grado di proseguire il lavoro. Qualsiasi attività irregolare all’interno del tunnel sarà dunque prontamente registrata dal sistema, che risponderà in maniera reattiva ed efficiente. Le informazioni appariranno su schermi monitorati da 60 addetti specializzati che opereranno nei centri di gestione.

L’avanguardistico sistema progettato da Siemens riesce, inoltre, a monitorare costantemente il transito dei convogli ferroviari grazie a 200mila sensori dedicati alle scannerizzazioni dei treni prima del loro ingresso all’interno della galleria. Una volta entrato a pieno regime, il tunnel del San Gottardo vedrà passare più di 200 treni giornalieri che lo percorreranno ad alta velocità, toccando punte di 250 km/h.

Saranno sempre funzionanti telefoni cellulari e collegamenti internet. Scongiurato, inoltre, il pericolo di allagamento grazie alla pendenza della galleria, mentre un sistema di turbine verticali interverrà in caso di mancanza di ossigeno.

Tecnologia Siemens per il tunnel del San Gottardo 2

altrenews

MASTERCHEF TEAM BUILDING - HUMAN PLUS
MASTERCHEF TEAM BUILDING Anche Settembre è arrivato e con lui tutte quelle…
Scopri di più
Human Plus. La regata del XII Spencer Day
Qui in Spencer & Lewis crediamo nello Human Plus e costruiamo il…
Scopri di più
Kozel arriva in Italia:
Tradizione, ospitalità e collaborazione i valori di Kozel La birra ceca più…
Scopri di più