Skip to main content

L’ETÀ OVARICA NON È QUELLA DELLA CARTA D’IDENTITÀ: UN ESAME DEL SANGUE PER LO STUDIO DELLA FERTILITÀ

L'ETÀ OVARICA NON È QUELLA DELLA CARTA D'IDENTITÀ, UN ESAME DEL SANGUE PER SAPERNE DI PIÙ

Uno studio di Institut Marquès presentato al congresso della Società Spagnola di Ginecologia e Ostetricia (SEGO) consente di valutare con precisione la fertilità delle donne europee

  • Le donne possono conoscere il proprio futuro di madri attraverso l’analisi dell’ormone AMH
  • L’ormone antimulleriano è una “carta di identità della fertilità” in grado di valutare quante chance di concepire restano
  • Conoscere l’età ovarica è importante per contrastare o arginare problemi di fertilità

L’età delle ovaie non sempre corrisponde all’età anagrafica di una donna. Esiste un ormone – una “carta di identità della fertilità” – che consente di valutare quante chance di concepire restano. Analizzarlo garantisce anche la possibilità di arginare eventuali problemi di fertilità. Si tratta dell’ormone antimulleriano, prodotto dalle cellule dei follicoli ovarici, e si ottiene attraverso un semplice esame del sangue.

 

Perché è importante?

L’Italia è ultima per fecondità in Europa. Lo rivela il rapporto Istat “Noi Italia”. La stima per il 2018 del tasso di fecondità totale (1,32 figli per donna) è  sensibilmente inferiore  alla soglia che garantirebbe il ricambio generazionale. Il ritardo nell’età del concepimento richiede una valutazione precisa della riserva ovarica: intorno ai 35 anni rimane il 10% degli ovuli, le ovaie sono invecchiate. Meno riserva ovarica c’è, peggiore sarà la qualità.

Sapere quante chance di concepimento restano aiuta le donne a correre ai ripari e decidere quali misure adottare per tutelare la fertilità. Se la riserva è buona ma non si hanno le condizioni per avere un figlio si possono vitrificare gli ovuli per assicurarsi una futura gravidanza. Se il valore è basso ci si può rivolgere a uno specialista e valutare la migliore strada per il concepimento. In entrambi i casi il tempismo è fondamentale”

spiega la dott.ssa Marisa López-Teijón, Direttrice di Institut Marquès.

 

Perché nessuno me lo ha detto prima?

Molte donne scoprono troppo tardi che età anagrafica ed età riproduttiva non coincidono. Questo perché le mestruazioni sono erroneamente considerate una prova della capacità di avere figli, ma ciò non è vero.

La donna nasce con una quantità prestabilita di ovociti che vengono eliminati progressivamente. In ogni ciclo mestruale si sviluppano 1.000 ovociti, ma solo uno giunge all’ovulazione. Gli altri andranno perduti. Accade spesso che una donna di 38-40 anni con cicli normali abbia già esaurito la gran parte della sua riserva di ovuli.

L’esame dell’ormone antimulleriano si effettua più spesso per supportare la diagnosi di patologie come la sindrome dell’ovaio policistico o la menopausa precoce. In relazione alla fertilità, solo quando si sospettano casi di ipofertilità.

Una donna che vuole diventare madre può richiedere da subito al proprio ginecologo l’AMH. Considerato che il numero dei follicoli primordiali decresce progressivamente durante la vita di una donna e si azzera al momento della menopausa, è fondamentale non indugiare. L’AMH si può misurare con estrema semplicità, in qualsiasi giorno del mese”

spiega la dott.ssa Marisa López-Teijón, Direttrice di Institut Marquès.

 

Tabelle di consultazione alla portata di tutti

Grazie a uno studio condotto da Institut Marquès e dal Laboratorio Echevarnepresentato alla 35a edizione del Congresso nazionale della Società Spagnola di Ginecologia e Ostetricia – è ora possibile valutare con precisione la fertilità delle donne in Europa. L’analisi di un ampio campione, che ha coinvolto 10.443 donne spagnole tra i 20 ei 45 anni, ha evidenziato che esistono differenze nei livelli dell’ormone antimulleriano tra donne appartenenti a comunità autonome.

Finora per la misurazione dell’AMH si faceva riferimento a tabelle di consultazione e valori di altri paesi, lo studio ha permesso a Institut Marquès di stabilire che quei valori non si prestavano alla realtà delle donne europee e di estrapolare dall’analisi sulle donne spagnole nuove tabelle di consultazione per l’Europa. Le nuove tabelle redatte da Institut Marquès sono utili e facili da usare, e possono essere scaricate online.

 

Cristiano Ronaldo e Neymar Jr protagonisti della nuova campagna tv di PokerStars

Cristiano Ronaldo e Neymar Jr protagonisti della nuova campagna tv di PokerStars

Cristiano Ronaldo - Team PokerStars(1)

Madrid e Barcellona, due set differenti per due campioni che sfidano i propri amici al tavolo verde, in una divertente partita di poker a colpi di Bluff e All-in.

PokerStars, brand di Amaya Inc. (Nasdaq: AYA; TSX: AYA), ha lanciato la campagna pubblicitaria “The Game”, che ha per protagonisti le due star del calcio mondiale Cristiano Ronaldo e Neymar Jr. ad annunciare il ritorno del Sunday Million, giunto alla sua sesta edizione.

Il 20 settembre alle 21:00 migliaia di giocatori si sfideranno online per aggiudicarsi un primo premio di €200.000 in quello che è il più grande evento di poker sportivo online in Italia, con un montepremi garantito di €1.000.000. PokerStars.it regalerà ben 200 ticket tramite diverse promozioni, che consentiranno ai giocatori di qualificarsi gratuitamente per il Sunday Million.

I due protagonisti della campagna TV sono stati presentati qualche mese fa come Brand Ambassador per la room della picca rossa. Cristiano Ronaldo è il capitano della nazionale di calcio portoghese, nella storia della quale è il giocatore che ha realizzato più reti, e attaccante del Real Madrid. CR7, nella sua carriera costellata di successi quali tre palloni d’oro e due Coppe dei Campioni, ha recentemente abbracciato anche la passione per il poker:

Mi piace giocare per le squadre vincenti, per questo il mio partner ideale non poteva che essere PokerStars. È un brand che cerca costantemente di migliorarsi, di stare un passo avanti a tutti e, come atleta, ho un profondo rispetto per questo approccio. Ho iniziato a giocare a poker qualche anno fa e amo la competizione, la strategia e, naturalmente, il divertimento. Sebbene il calcio sia il mio mondo, il poker è sempre stato il mio gioco.”

https://www.youtube.com/watch?v=Do1hrPQ6iH0

La passione di Neymar Jr per il tavolo verde era già nota, non a caso il suo cane si chiama proprio “Poker”. Il brasiliano, capitano della sua nazionale di calcio e campione d’Europa in carica con la maglia del Barcellona, ha dichiarato:

Crescere e giocare a calcio tutti i giorni hanno fatto di me una persona competitiva. Quando non gioco a calcio, giocare a poker contro i miei compagni di squadra quando viaggiamo oppure nelle partite organizzate a casa con gli amici è uno dei miei passatempi preferiti.

Al di là delle parole, proprio durante l’ultimo European Poker Tour di Barcellona il fuoriclasse verdeoro si è cimentato in alcuni tornei della rassegna fra cui l’evento High Roller da €25.000, che ha visto protagonista anche il suo compagno di squadra del Barcellona, Gerard Piqué, già frequentatore del circuito:

Amo giocare a poker e il PokerStars European Poker Tour di Barcellona è uno dei migliori tornei al mondo, proprio qui nella mia bella città dove vivo. È fantastico essere qui, che si vinca o si perda.”

https://www.youtube.com/watch?v=cflxqjg7a8o

European Poker Tour: a Barcellona è record di iscritti per la prima della Season 12. Vince l’indonesiano Juanda, italiani premiati nei side event

European Poker Tour: a Barcellona è record di iscritti per la prima della Season 12. Vince l'indonesiano Juanda, italiani premiati nei side event

Per il quarantaquattrenne indonesiano Juanda €1.022.593

1.694 player iscritti e un montepremi complessivo da €8.470.000: al suo avvio, la Season 12 dell’European Poker Tour batte già tutti i record per un poker festival europeo. A vincere il Main Event, al termine della finale di ieri sera, l’indonesiano John Juanda, a lui vanno il €1.022.593 della prima moneta e la picca del più grande torneo nella storia del circuito europeo di poker live organizzato da PokerStars.

GLI ITALIANI A BARCELLONA

Il Main Event EPT ha preso il via lo scorso 24 agosto, aprendo le porte a un field molto variegato, in cui i Paesi rappresentati sono stati 82. L’Italia si è presentata con 83 player, tra cui i Team Pro di PokerStars Luca Pagano, al suo rientro nel circuito internazionale, e Pier Paolo Fabretti; Sabina Hiatullah, vincitrice della seconda edizione de La Casa degli Assi; Dario Sammartino e Federico Butteroni, l’unico italiano in gioco per la finale delle World Series of Poker, che si terrà a Las Vegas il prossimo novembre. Il migliore degli azzurri nel Main Event è stato Alessandro Furneri, che si è classificato 48° vincendo €22.840. Ma è nei side event che l’Italia fa la voce grossa, con la vittoria di Mustapha Kanit nel torneo High Roller, al player ravennate un premio da €738.759. Al traguardo del ventiquattrenne si aggiungono altre tre vittorie “made in Italy”, sono quelle di Roberto Morra in un torneo modalità Hyper Turbo (per lui €45.140), Daniele Primerano nell’Hyper Turbo Bounty (€44.870, secondo posto per il connazionale Walter Treccarichi) e Luigi Curcio nel torneo Turbo, per il varesino picca e €50.260 del primo premio.

Il ventiquattrenne ravennate Mustapha Kanit vince €738.759 nell'High Roller dell'European Poker Tour

NEYMAR E PIQUE’ SI SFIDANO A POKER

C’erano anche le due superstars del calcio, Neymar Jr e Gerard Piqué, al Casino Barcellona. I due campioni si sono sifdati in un torneo insieme ad altri 130 player per un primo premio da €865.000. “Io amo giocare a poker e il PokerStars European Poker Tour di Barcellona è uno dei migliori tornei al mondo, proprio qui a casa mia, nella mia splendida città – ha dichiarato PiquéE’ fantastico essere qui adesso, sia se vinca sia se perda.” Per Neymar Jr, invece, è stata la prima volta ad un evento EPT, ma il ventitreenne stella dei Blaugrana non è affatto un novellino del tavolo verde. Proprio la settimana scorsa si era fatto notare da tutto il mondo del poker e non solo, grazie alla scala reale chiusa in un torneo online su PokerStars.

Neymar Jr and Pique -EPT-Barcelona-2

PROSSIMA FERMATA: MALTA

Archiviato lo strepitoso esordio catalano, si vola nel cuore del Mediterraneo, dove dal 25 al 31 ottobre il Portomaso Casino ospiterà l’European Poker Tour di Malta. Come lo scorso marzo, anche questo secondo EPT maltese sarà preceduto da un altro imperdibile appuntamento: la quarta tappa dell’Italian Poker Tour, dal 21 al 25 ottobre.

Il programma dell’European Poker Tour di Malta è già disponibile al link: http://www.europeanpokertour.com/tournaments/malta/

All’Ept 100 dei record trionfa Andre Lettau che si aggiudica il titolo e €794.058

All'Ept 100 dei record trionfa Andre Lettau che si aggiudica il titolo e €794.058

Andre_Lettau_vincitore EPTBarcellona_Neil StoddartOttimo quarto posto per Andrea Dato che torna a Roma con €362.000.

A Barcellona migliaia di giocatori hanno scritto una pagina importante della storia del poker.

È terminato con la vittoria di Andre Lettau il Main Event della storica tappa numero 100, la prima della Season 11 del PokerStars EPT, il circuito di poker live più ricco e prestigioso del vecchio continente. Il giocatore tedesco ha sconfitto in heads-up lo statunitense Sam Phillips aggiudicandosi  l’#EPT100 di Barcellona. Al tedesco, dopo un deal a tre, vanno un assegno da €794.058, il trofeo e un prezioso orologio Slyde. Al secondo classificato, invece, a lungo dominatore del final table, va il premio più ricco da €1.021.275. Niente da fare, infine, per il romano Andrea Dato che è riuscito ad arrivare fino al quarto posto per un premio da €362.000.

Questo il payout completo:

  1. Andre LettauGermania, €794.058
  2. Sam Phillips, USA, €1.021.275
  3. Hossein Ensan, Germania, Live satellite winner, €652.667
  4. Andrea Dato, Italia, € 362.000
  5. Andrey Shatilov, Russia, € 286.600
  6. Kiryl Radzivonau, Bielorussia, PokerStars player, € 224.500
  7. Ji Zhang, Germania, €171.600
  8. Slaven Popov, Bulgaria, PokerStars player, € 121.300

LO SPETTACOLO E I RECORD DI ISCRITTI

È stato uno spettacolo grandioso quello organizzato da PokerStars per celebrare lo storico traguardo: 48 gli eventi che si sono tenuti tra il 16 e il 27 agosto all’interno del Casinò della città catalana, accompagnati da numerose attività che hanno coinvolto i giocatori in diverse location, dai tour della città in auto o in moto d’acqua, agli eventi live con i giocatori del PokerStars team Pro o al party di benvenuto che ha visto come protagonista il Dj Roger Sanchez. Uno spettacolo a 360° che ha attirato a Barcellona migliaia di giocatori che hanno consentito di battere diversi record. Troviamo sotto alcuni dei numeri:

  • Il più grande Main Event EPT (PCA escluso): 1.496 giocatori iscritti;
  • Il più grande Super High Roller EPT: 77 iscrizioni totali (58 uniques, 19 re-entries);
  • Il più grande High Roller EPT: 393 iscrizioni totali (295 uniques e 98 re-entries);
  • Il più grande torneo freezout di PokerStars, grazie ai 2.560 iscritti dell’Estrellas Poker Tour Main Event;
  • Il più alto numero di giocatori premiati in un Main Event EPT: 239.

GLI ITALIANI ALL’ #EPT100

Oltre alla fantastica prestazione del romano Andrea Dato, vanno segnalati gli ottimi risultati di Umberto Vitagliano uscito dal Main Event al 30esimo posto con un premio da €28.500 e di Sveva Libralesso e Mauro Mancin, che hanno chiuso rispettivamente in 82esima e 73esima posizione tornando a casa con €13.900. Torna a casa con un assegno da €48.000 Giuliano Bendinelli, secondo nell’Ept Turbo Bounty da €2.150. Ennesima doppietta, inoltre, quella fatta registrare da Mustapha Kanit, nono nel Super High Roller per un premio da €105.455 e 35° nell’High Roller per €22.700. Insieme a lui, a premio anche Rocco Palumbo, 31° (€26.600), Salvatore Bonavena, 45° (€18.900) e un ottimo Dario Sammartino che ha terminato il torneo al quindicesimo posto per un premio da €46.600.

GRANDE SPETTACOLO E RECORD ANCHE NEI SIDE EVENT

Una delle grandi attrazioni per i migliori giocatori del mondo di questo #EPT100 sono stati i numerosi eventi in programma, a partire dal Main Event dell’Estrellas Poker Tour: i 2.560 iscritti hanno generato un montepremi di 2,4 milioni di euro, ed è stato l’argentino Matias Ruzzi ad aggiudicarsi il trofeo e un assegno da €198.555 sul russo Vladislav Donchev che, grazie ad un deal a quattro, si è aggiudicato ben €278.500. Record di iscritti anche nel €10.000 High Roller, dove il montepremi è lievitato fino a  €3.851.400, per una prima moneta da €747.200 guadagnata da Ihar Soika, che ha sconfitto in heads up Jason Mercier. Ottima infine la prestazione di Oliver Busquet al Super High Roller da €50.000, che riesce a battere il pupillo Daniel Colman, e porta a casa €896.434 a seguito di un deal con il connazionale.

IL CIRCUTO EPT SI SPOSTA A LONDRA PER LA SECONDA TAPPA 

Sarà il Grand Connaught Rooms di Covent Garden, nel cuore di Londra, ad ospitare la seconda tappa del PokerStars European Poker Tour Season 11. Dall’8 al 18 ottobre i più grandi giocatori del circuito si ritroveranno in Inghilterra, in concomitanza con l’UKIPT, il circuito di poker più prestigioso in Inghilterra e Irlanda, il cui Main Event da £700 + £70 è previsto dall’8 al 12 ottobre. Sono 46 gli eventi in programma con il Main Event EPT da £4.000 + £250 che inizierà domenica 12 per terminare sabato 18 ottobre e numerosi altri tornei tra cui l’UKIPT High Roller da £2.000 + £200 (11-12 ottobre), l’EPT High Roller da £10.000 + £300 (16-18 ottobre) e decine di tornei satellite con buy in più contenuti a partire da £150 + £15.

STREAMING

Anche per la tappa inaugurale della stagione 11 dell’EPT, PokerStars ha predisposto la copertura del Super High Roller e del Main Event, che sono stati trasmessi, con il commento in italiano dal 19 al 27 Agosto, sulla Facebook social tab e su pokerstars.it/diretta, oltre che su http://www.pokerstars.tv e sull’applicazione PokerStars TV. I tavoli finali del Super High Roller (20 agosto) e del Main Event (27 agosto) invece, sono stati trasmessi a carte scoperte, con il commento di Alberto “grandealba” Russo, Andrea “Topkapias” Borea e Antonio “Crazysalsero” Graziano.

BLOG, MULTIMEDIA E SOCIAL

Le foto del poker festival di Barcellona sono disponibili sul canale ufficiale Flickr di PokerStars.it, Il resoconto e i momenti salienti EPT sono disponibili su PokerStarsBlog o sui profili social Facebook facebook.com/PokerStarsItalia, Google Plus plus.google.com/+PokerStarsIT e Twitter @PokerStarsItaly tramite hashtag #EPTlive.