Skip to main content

EUROVISION SONG CONTEST 2019: TRIONFO DEI PAESI NORDICI MA MAHMOOD IN TOP 5 SECONDO I BOOKMAKERS

Eurovision Song Contest 2019

Dopo aver scampato il forfait dell’ultimo minuto a causa della febbre, il giovane cantante italiano è quotato a 13,00. Il testa a testa per il podio è con i rappresentanti di Svizzera (7,00), Svezia (6,00) e Russia (5,00)

I riflettori sono pronti ad accendersi sull’Eurovision Song Contest, l’appuntamento musicale seguito in tutto il mondo in scena dal 14 al 18 maggio. Quest’anno i protagonisti si esibiranno direttamente dall’Expo di Tel Aviv: la città si è aggiudicata l’evento dopo la vittoria della cantante israeliana Netta nell’edizione 2018.

Mentre sale l’attesa, a pochi giorni dalla prima semifinale, i bookmakers sembrano non avere dubbi. Ad aggiudicarsi il primo posto, riportando così la manifestazione nei Paesi Bassi dopo 44 anni, sarebbe l’olandese Duncan Laurence, la cui vittoria è quotata a 2,85 secondo Planetwin365. Il giovane cantautore distanzia i colleghi in classifica, ma non di molto.  Al secondo posto il russo Sergey Lazarev (5,00), già noto al palco dell’Eurovision per essersi aggiudicato il terzo posto all’edizione del 2016.

Un podio tutto nordico quello sulla lavagna di Planetwin365. A seguire, infatti, compare la Svezia con il suo rappresentante John Lundvik (6,00) incalzato dallo svizzero Luca Hänni a un solo punto di distanza (7,00).

Secondo le previsioni, l’Italia potrebbe posizionarsi fra i primi 5 in classifica. Mahmood, dopo aver vinto il Festival di Sanremo, volerà direttamente a Tel Aviv nonostante l’influenza che lo aveva stoppato nelle ultime 48 ore, per rappresentare il Belpaese: la sua vittoria è segnata a 13,00. Seguendo le quote, insomma, la giovane promessa italo egiziana otterrebbe il migliore posizionamento fra i cantanti “Big 5”. Infatti, l’Italia fa parte del gruppo dei cinque Paesi fondatori della manifestazione, i cui rappresentanti accedono direttamente alla finale senza passare dalle qualificazioni, insieme a Germania (101,00), Francia (41,00), Inghilterra (101,00) e Spagna (101,00).

Seguono in classifica Chingiz per l’Azerbaigian (15,00) e il ritmo pop dance di Tamta per Cipro (16,00). Completano la Top 10 gli stravaganti Hatari direttamente dall’Islanda (21,00) e i giovanissimi cantanti di Malta e Armenia entrambi a quota 26,00.

OSCAR 2019: ‘ROMA’ DI ALFONSO CUARÓN FAVORITO ASSOLUTO SECONDO PLANETWIN365

OSCAR 2019: ‘ROMA’ DI ALFONSO CUARÓN FAVORITO ASSOLUTO SECONDO PLANETWIN365

Rami Malek in pole secondo il bookmaker come miglior attore protagonista,
mentre tra le donne Glenn Close sarebbe a un passo dalla sua prima statuetta

La cerimonia degli Oscar 2019 si avvicina e i bookmakers hanno messo a punto le previsioni sull’assegnazione dei mitici Academy Awards. La data da cerchiare sul calendario è quella del 24 febbraio, il teatro della cerimonia è il Dolby Theater di Hollywood.

Ci sono 24 categorie da premiare. Tra i riconoscimenti più blasonati: Miglior Attore, Miglior AttriceMigliore Sceneggiatura, Migliore Colonna Sonora, ma certamente il premio più atteso è quello che decreterà il Miglior Film del 2018.

Da una prima occhiata alle quote proposte, c’è un netto favorito e si tratta di Roma, diretto da Alfonso Cuarón e già vincitore del Leone d’oro. Secondo le proiezioni, il film del regista messicano sarebbe destinato a fare man bassa di premi: la vittoria come miglior film è quotata 1,85 sulla lavagna di planetwin365, che vede Roma al primo posto anche per la regia (1,07) e per la fotografia (1,05), oltre che come miglior film straniero in gara (1,05).

Subito dietro, con un distacco non indifferente, Green Book (quotato 3,85 come Miglior Film) di Peter Farrelly, che racconta una difficoltosa amicizia interraziale nell’America degli anni ‘60. Sul podio dei film migliori, per i quotisti di planetwin365, anche La Favorita, a quota 8,50. L’inconsueto film sulla monarchia inglese che denuncia la condizione della donna in un mondo rigidamente patriarcale è in corsa per altre categorie. L’attrice protagonista infatti, Olivia Coleman, è quotata 4,75 come migliore interprete donna; poche speranze, invece, per il regista Yorgos Lanthimos, per lui la vittoria è fissata a quota 26,00. Sembrerebbe, invece, quasi certa la vittoria per i costumi e le scenografie che riportano lo spettatore indietro nel tempo fino all’Inghilterra del XVIII secolo (1,13).

Grande protagonista maschile, l’attore rivelazione Rami Malek, che ha vestito i panni di Freddie Mercury nel già pluripremiato Bohemian Rhapsody (comunque ben distante dalla vittoria come miglior film, a quota 11,00). Dopo aver fatto incetta di premi ai Golden Globe e ai SAG Awards, l’attore è adesso in corsa per coronare questo successo con l’Oscar (1,30). Subito in coda Christian Bale, già vincitore di un Oscar nel 2011 come miglior attore non protagonista, si ritrova adesso a concorrere conuna quota di 2,90. Un po’ più distante dai primi due, Bradley Cooper (11,00) per il ruolo in A Star is Born, in cui è riuscito a mostrare le sue doti canore oltre che attoriali.

Proprio A Star is Born, fortunata pellicola della appena passata stagione cinematografica, è candidato anche come miglior film (13,00). La protagonista femminile del film è Lady Gaga, nominata come migliore attrice (6,50) ma decisamente distante dalla favorita di planetwin365, ovvero la veterana Glenn Close. Per l’attrice americana questo sarebbe il suo primo Oscar e la possibilità che si aggiudichi la statuetta d’oro è data a 1,25.

Quota 13,00 come miglior film anche per BlacKkKlansman, in corsa anche come miglior regia: per SpikeLee è testa a testa con il collega messicano Cuarón (entrambi a 9,00).