Skip to main content

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE L’AMICA GENIALE

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE  L’AMICA GENIALE

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE L’AMICA GENIALEIn occasione dell’arrivo al cinema come evento speciale solo l’1, 2 e 3 ottobre dei primi due episodi della serie firmata da Saverio Costanzo e tratta dal best seller di Elena Ferrante, edito da Edizioni E/O, UNICEF sarà presente con breve video informativo all’interno di 36 sale del circuito The Space, all’Arcobaleno Filmcenter e al Ducale Multisala di Milano per sensibilizzare gli spettatori sull’importanza del diritto all’istruzione, tema chiave delle prime puntate delle serie che narrala storia di un’amicizia nata sui banchi di scuola negli anni 50.

L’UNICEF è da sempre in prima linea nell’impegno globale per garantire il diritto all’istruzione per tutti, con particolare attenzione per le bambine e per i gruppi vulnerabili, ed è protagonista di un’azione incessante per tradurre questo principio in piani d’azione, programmi e progetti concreti in oltre 190 paesi in cui opera. Per questo il circuito The Space, il cinema Ducale Multisala e Arcobaleno Filmcenter di Milano hanno accettato con piacere di accogliere il video UNICEF affinché, prima della proiezione del L’AMICA GENIALE, il pubblico possa conoscere più nel dettaglio le attività del Comitato Italiano per l’UNICEF.

Comitato Italiano per l’UNICEF – Onlus è parte integrante della struttura globale dell’UNICEF –  Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, l’organo sussidiario dell’ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.

La catena The Space Cinema è composta da 36 multiplex sul territorio nazionale, per un totale di 362 moderne sale e 79 mila posti a sedere. La mission di The Space Cinema è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore, a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche e l’accoglienza e sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi.

L’evento al cinema è distribuito in esclusiva da Nexo Digital solo l’1, 2 e 3 ottobre(elenco sale su www.nexodigital.it) con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it.

L’AMICA GENIALE è una serie HBO-RAI Fiction e TIMVISION, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TIMVISION e HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia. Tutti gli episodi sono diretti da Saverio Costanzo. Il soggetto e le sceneggiature sono di Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo. Paolo Sorrentino e Jennifer Schuur sono i produttori esecutivi. Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com. Prossimamente la serie sarà su Rai 1, HBO e TIMVISION.

#NonStiamoZitti: The Space Cinema e Telefono Azzurro insieme contro la violenza sui bambini

#NonStiamoZitti: The Space Cinema e Telefono Azzurro insieme contro la violenza sui bambini

30” prima della proiezione per cambiare la vita di un bambino.

https://www.youtube.com/watch?v=sG_fmxS1HUc

È l’obiettivo che unisce The SpaceCinema e Telefono Azzurro per una causa comune: combattere la violenza e gli abusi sui minori.

Con la campagna Non Stiamo Zitti l’Associazione mira a raccogliere fondi per intraprendere progetti a tutela dell’infanzia e dei giovani in ambito scolastico, programmare attività capillari di prevenzione e formare i volontari che ogni giorno contribuiscono a garantire a migliaia di bambini un’infanzia serena, lontano dalla violenza.

Una missione che The Space Cinema, circuito di multisala presente con 36 strutture in tutta Italia, ha deciso di appoggiare concretamente con un prezioso contributo: trasmettere la call to action di Telefono Azzurro sui 362 schermi del circuito, a partire da oggi e per le prossime due settimane.

Ringrazio The Space Cinema per la sensibilità dimostrata in favore di questa iniziativa – commenta Ernesto Caffo, Presidente e Fondatore di SOS Telefono Azzurro Onlus – È un’occasione importantissima per amplificare il nostro messaggio e diffondere l’appello con il quale puntiamo a dare voce a chi, spesso, non ha la possibilità di farsi sentire.”

La campagna sarà on air fino al 14 giugno.

Per maggiori informazioni visitare il sito: nonstiamozitti.azzurro.it.

Smiling Onion: la campagna solidale di Operation Smile Italia Onlus si aggiudica il GrandPrix 2017

Smiling Onion

#SmilingOnion: la campagna solidale di Operation Smile Italia Onlus si aggiudica il GrandPrix 2017

Ideata da Klein Russo, Spencer & Lewis e IsayWeb, l’iniziativa benefica Smiling Onion divenuta virale sul web si è aggiudicata il primo premio nella categoria Charity/Fundraising/CSR

Si chiama International GrandPrix Relational Strategies 2017 ed è il premio promosso da TVN Media Group, in partnership con Assocom e PR Hub, per celebrare le più efficaci tecniche di comunicazione del relational marketing.

Tra i premiati di questa edizione, conclusasi con la cerimonia di premiazione di ieri, 27 novembre, presso il FiftyFive di Milano, anche la campagna Smiling Onion: la prima cipolla che non fa piangere, che si è aggiudicata il primo premio nella categoria Charity/Fundraising/CSR (Corporate Social Responsibility).

L’iniziativa, ideata dalla creative community KleinRusso con il supporto dell’agenzia di Relazioni Pubbliche Spencer & Lewis e della digital agency IsayWeb, nasceva con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sulle malformazioni al volto quali la labioschisi (più comunemente nota come labbro leporino), la palatoschisi e la labiopalatoschisi, patologie particolarmente diffuse nei Paesi più poveri del mondo, ma con diversi casi presenti anche in Italia, dove è attiva la Smile House di Milano.

L’idea alla base della campagna prendeva spunto da una semplice verità: affettare una cipolla stimola il pianto. Da qui la sfida lanciata da Operation Smile: tagliare una cipolla senza piangere. Un concetto semplice e diretto che è esploso sui social network grazie al supporto di Ivan Zaytsev, unitosi attivamente alla causa di Fondazione Operation Smile Italia Onlus lanciando la sfida su Facebook. L’atleta ha condiviso un video che lo ritraeva durante il taglio della cipolla, coinvolgendo altri nomi del mondo dello spettacolo e rendendosi, in seguito, protagonista del reveal ufficiale dell’operazione, in diretta su TGCOM24. In pochissimo tempo la voce si è sparsa e Smiling Onion è diventata una sfida virale: da Francesco Totti a Carlo Verdone, da Alessandro Cattelan a Jovanotti, passando per Fiorello e tanti altri personaggi del mondo dello sport, della cultura, della musica e dello spettacolo.

Una sfida che ha rapidamente appassionato centinaia di utenti. A contribuire al successo della campagna, infatti, sono stati soprattutto gli incredibili numeri generati, riassunti nel video proiettato durante la cerimonia di premiazione:

Un risultato che, da un lato, ha posto una normale cipolla a icona della missione quotidiana di Operation Smile, dall’altro lato ha permesso alla Fondazione e alle tre agenzie coinvolte di ottenere un prestigioso riconoscimento che ha posto la creatività e il messaggio di Smiling Onion come punto di riferimento per le campagne di social responsibility a livello nazionale e internazionale.

CREDITS CREATIVI
Chief Innovation Officer: Sandro Volpe
Innovation Director and Creative Manager: Antonio Fatini
Creative Director: Pietro Mandelli
Art Director: Simone Macciocchi Salerni
Copywriter: Eleonora Sofi
Project Manager: Elettra Filardo
Digital Strategist: Ralph Di Segni
Pr & Media Relations Strategist: Aurelio Calamuneri

#SMILINGONION: I PERSONAGGI DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO RISPONDONO ALLA SFIDA DI OPERATION SMILE

#SMILINGONION: I PERSONAGGI DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO RISPONDONO ALLA SFIDA DI OPERATION SMILE

Francesco Totti ha risposto “in guanti bianchi” al dj Claudio Coccoluto, che lo scorso 30 novembre lo aveva sfidato a tagliare una cipolla senza piangere. Su Facebook e Twitter, il capitano giallorosso ha nominato a sua volta Carlo VerdoneValentino Rossi e Silvia Toffanin.

Al calciatore sono seguiti altri due sportivi: l’ala della Nazionale di rugby, Giovanbattista Venditti, che ha deciso di nominare Carlo MolfettaDj Ringo e Andrea Lo Cicero, e l’atleta olimpica Vanessa Ferrari, prima ginnasta italiana ad aver conquistato il titolo di campionessa mondiale nel 2006.

Dopo Ivan Zaytsev, tra i primi ad avere aderito, il mondo dello sport continua a sostenere la campagna della Fondazione Operation Smile Italia Onlus per sensibilizzare il pubblico sulle malformazioni al volto come la labioschisi (più comunemente nota come labbro leporino), la palatoschisi e la labiopalatoschisi. L’incidenza della patologia si riscontra nei Paesi più poveri del mondo, ma anche in Italia.

La campagna “Smiling Onion” utilizza un prodotto culinario che per eccellenza si associa al pianto, la cipolla, trasformandolo in un mezzo semplice e diretto per regalare un sorriso. Un’iniziativa che non ha interessato solo i personaggi dello sport ma anche diversi nomi noti dello spettacolo come Alessandro Cattelan e, ieri sera, anche Aurora Ramazzotti, che ha risposto alla nomination di Daniela Collu rilanciando la proposta all’inseparabile amica Sara Daniele, a Paolo Ruffini e ai genitori Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti.

Smiling Onion in questi giorni sta diventando virale, ma tagliare una cipolla non basta. Sul sito www.smilingonion.it è possibile avere maggiori informazioni su come partecipare alla sfida e contribuire alla causa acquistando una Smiling Onion, con una donazione minima di 15 Euro. Il ricavato, infatti, sarà destinato alla missione in Honduras che si svolgerà dal 5 al 25 febbraio 2017, durante la quale Operation Smile si pone l’obiettivo di operare 130 pazienti, tra bambini e giovani adulti.

Per curare chi nasce con queste patologie, è necessario un intervento chirurgico che, nei casi di malformazioni meno gravi, dura circa 45 minuti. Operation Smile vuole aiutare chi ha bisogno di essere operato e non ha accesso ad assistenza chirurgica sicura, tempestiva ed efficace.

Dal 1982, anno della sua costituzione negli Stati Uniti, Operation Smile ha effettuato oltre 240.000 interventi chirurgici.

#SMILINGONION: LA CIPOLLA VIRALE PER DONARE UN SORRISO

#SMILINGONION: LA CIPOLLA VIRALE PER DONARE UN SORRISO 2

Tagliare una cipolla senza piangere. E’ questa la sfida che da qualche giorno sta circolando in rete diventando virale anche tra i personaggi dello spettacolo. Primo fra tutti, Ivan Zaytsev, l’opposto della nazionale italiana che ha lanciato l’iniziativa coinvolgendo Fiorello, Antonella Clerici, Gordon, Zoro, all’anagrafe Diego Bianchi, e Alessandro Cattelan che ha subito risposto su Facebook e Instagram invitando a sua volta i giudici di XFactor.

Mario Biondi ha fatto la sfida in diretta ospite alla rubrica “Buone notizie dalla radio” di TGCOM24 e R101. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato il dj Claudio Coccoluto, che ha aderito alla proposta chiamando in causa Jovanotti, Francesco Totti, Pierfrancesco Favino e Beppe Fiorello.


Si chiama Smiling Onion ed è la campagna promossa dalla Fondazione Operation Smile Italia Onlus per sensibilizzare sulle malformazioni al volto quali la labioschisi (più comunemente nota come labbro leporino), la palatoschisi e la labiopalatoschisi. L’incidenza della patologia si riscontra nei Paesi più poveri del mondo, ma anche in Italia.#SMILINGONION: LA CIPOLLA VIRALE PER DONARE UN SORRISO

La campagna “Smiling Onion” utilizza un prodotto culinario che per eccellenza si associa al pianto, la cipolla, trasformandolo in un mezzo semplice e diretto per regalare un sorriso.

Ogni 3 minuti nasce un bambino nel mondo con la labioschisi o la palatoschisi e un quarto della popolazione mondiale non ha accesso alle cure chirurgiche di base.

Nascere con una malformazione al volto significa avere problemi di suzione nei primi giorni di vita, di linguaggio nella fase della crescita e, nei casi più gravi, respiratori. I bambini nati con queste malformazioni, soprattutto nei Paesi più poveri ed in via di sviluppo, sono soggetti ad esclusione sociale, discriminazioni, isolamento ed episodi di bullismo, anche scolastico. Molti di loro non vanno a scuola.

#SMILINGONION: LA CIPOLLA VIRALE PER DONARE UN SORRISO 1Per curare chi nasce con queste patologie, è necessario un intervento chirurgico che, nei casi di malformazioni meno gravi, dura circa 45 minuti. Operation Smile vuole aiutare chi ha bisogno di essere operato e non ha accesso ad assistenza chirurgica sicura, tempestiva ed efficace.

Dal 1982, anno della sua costituzione negli Stati Uniti, Operation Smile ha effettuato oltre 240.000 interventi chirurgici.