Skip to main content

Il 5×1000 a Telefono Azzurro

Il 5x1000 a Telefono Azzurro 1

Oltre 200 mila chiamate e richieste d’aiuto anche tramite chat e social media arrivate nel 2017. Quasi il 60% vive una situazione di rischio familiare, il 20% ha subito episodi di abuso domestico. Sostieni SOS Il Telefono Azzurro, da 30 anni al fianco dei minori

Roma, 14 maggio 2018 – Solo nel 2017, SOS Il Telefono Azzurro ha ricevuto oltre 200.000 chiamate e richieste d’aiuto, anche tramite chat e social media. Di queste, il 58% è rappresentato da denunce di situazioni di difficoltà all’interno della famiglia, il luogo che dovrebbe rappresentare un porto sicuro, in cui sentirsi protetti. La causa principale è la conflittualità tra genitori, che si ripercuote inevitabilmente sul benessere dei figli, con un’incidenza del 36% all’interno della categoria. La tipologia di violenza maggiormente denunciata è quella fisica, che rappresenta circa un terzo (32%) dei casi, mentre più di 1 su 5 (24%) riguarda contesti di abuso psicologico.

Da 30 anni SOS Il Telefono Azzurro ascolta ogni giorno decine e decine di chiamate da parte di bambini e adolescenti vittime di violenza. Donando il tuo 5X1000, contribuisci a cambiare le loro storie, garantendo loro un futuro migliore e la tutela dei i loro diritti. Si tratta di una somma che in ogni caso va pagata allo Stato ma che può essere trasformata in un aiuto concreto per chi ha bisogno.

SOS Il Telefono Azzurro è da sempre in prima linea, 24 ore su 24, al fianco di giovani che subiscono abusi e violenza fisica e psicologica, che possono pregiudicarne il benessere e il percorso di crescita. L’Associazione promuove le loro potenzialità di crescita, offrendo supporto e aiuto immediato grazie alle linee di ascolto 1.96.96, 114 Emergenza Infanzia, la chat, le app e i social network.

Con una penna puoi cambiare la storia di un bambino. Per donare il 5×1000 a SOS Telefono Azzurro il codice fiscale di riferimento è: 92012690373. Per conoscere tutte le attività e i progetti dell’Associazione: www.azzurro.it La donazione non ha alcun costo per il contribuente e non sostituisce l’8×1000.