Skip to main content

Enologica35, Storie di Vite: alla scoperta del Montefalco Sagrantino Docg

Enologica35, Storie di Vite: alla scoperta del Montefalco Sagrantino Docg

Immagine Enologica35

Dal 19 al 21 settembre torna l’evento enologico, organizzato dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco e dal Comune di Montefalco, che permette a turisti e addetti ai lavori di conoscere da vicino l’universo che ruota intorno al gioiello dell’Umbria

Si terrà a Montefalco (PG), dal 19 al 21 settembre, la trentacinquesima edizione di Enologica, l’evento annuale dedicato al Montefalco Sagrantino, Denominazione di Origine Controllata e Garantita tra le più prestigiose in Italia, capace di giocare un ruolo di primo piano nello scacchiere dei grandi vini rossi del Paese.

Il tema scelto quest’anno per Enologica è Storie di Vite, in onore della tradizione che ha reso il Sagrantino un simbolo di eccellenza del Made in Italy e per raccontare la “vita” che si evolve intorno alla produzione del vino, nei vigneti e nelle cantine del territorio.

Gli argomenti principali di questa edizione saranno, inoltre, la sostenibilità e il rapporto con l’ambiente, con particolare riferimento alle tematiche al centro di Expo2015Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Accanto ad essi, approfondimenti su storia, luoghi, mestieri e sapori intrecciati nella cultura e nelle tradizioni di Montefalco.

Enologica35 prenderà il via venerdì 19 settembre con l’inaugurazione che si terrà alle ore 11.00 presso il Complesso di S. Agostino e l’apertura del Banco d’Assaggio dei Vini di Montefalco che andrà poi avanti per i tre giorni dell’evento. Con l’acquisto del calice, sarà possibile degustare i vini prodotti delle circa 26 cantine aderenti.

Come ogni anno, l’evento enologico, organizzato dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco e dal Comune di Montefalco, prevede un vasto programma di degustazioni, convegni, workshop, percorsi culturali e artistici, cooking show e tour enogastronomici alla scoperta dell’universo che ruota intorno al Sagrantino.

Tanti gli appuntamenti da segnare in agenda per turisti, appassionati e wine lovers che avranno la possibilità di conoscere da vicino le terre, i borghi e i prodotti tipici di una tra le aree produttive più rinomate dell’Umbria.

Di seguito, la lista delle 26 cantine aderenti ad Enologica35:

Adanti, Antonelli, Arnaldo Caprai, Briziarelli, Castelgrosso, Colle Ciocco, Còlpetrone, Di Filippo, Dionigi, Antano – Fattoria Colleallodole, Le Cimate, Lungarotti, Moretti Omero, Novelli, Pennacchi – Terre di Capitani, Perticaia, Rialto, Rocca di Fabbri, Romanelli, Scacciadiavoli, Tabarrini, Tenuta Alzatura, Tenuta Castelbuono, Terre de la Custodia, Terre de Trinci, F.lli Tocchi.

EXPO2015: CONFIMPRESE TURISMO, SARNELLA “TRAMPOLINO PER SVILUPPO”

EXPO2015: CONFIMPRESE TURISMO, SARNELLA "TRAMPOLINO PER SVILUPPO"

expo2015

Coinvolti anche i Sindaci dell’Alto Lazio in vista dell’istituzione di un Polo turistico dedicato.

La proposta di Sarnella arriva a margine dell’incontro di Unioncamere Lazio. Già stabiliti i primi contatti con una delegazione dell’Azerbaigian al fine di tracciare le linee guida per una collaborazione tra le imprese del Lazio e la Repubblica azera.

Una sinergia tra i diversi attori del turismo in vista dell’Expo 2015, capace di proseguire nel tempo all’interno di un progetto integrato per lo sviluppo del turismo nazionale e locale. E’ questa la proposta lanciata da Giuseppe Sarnella, Presidente di Confimprese Turismo Italia, Confapi Turismo Lazio e di Acanthus S.p.A., in seguito al Tavolo tecnico delle imprese del turismo integrato di Unioncamere Lazio al quale ha partecipato, insieme a Guido D’Amico, Presidente di Confimprese Italia, per discutere una strategia comune per l’Esposizione Universale di Milano. expo2015 expo2015

Nell’ultimo anno, abbiamo promosso numerose iniziative di sviluppo per il settore turistico tra cui l’accordo con il Gruppo Accor per l’apertura di La Griffe Roma MGallery Collection  – ha commentato Giuseppe SarnellaE’ necessario proseguire lungo questo percorso con sempre maggior forza fino al 2015, con il rafforzamento dei legami con l’estero e il potenziamento delle sinergie già esistenti a livello locale. L’Expo2015 non deve essere un punto d’arrivo, ma un trampolino di lancio per lo sviluppo internazionale delle nostre realtà turistiche locali. Serve mettere in moto al più presto partnership internazionali durature, a più ampio termine possibile”.
[tweetsearch q=”Expo 2015″ result_type=”recent” limit=3]

Una direzione che Confimprese Turismo Italia ha scelto di seguire da tempo. Dopo il progetto di creazione di una Camera di Commercio unitaria tra l’Italia e le tre repubbliche baltiche avviata ad aprile per rafforzare i commerci e le opportunità di crescita, Confimprese Turismo Lazio aggiunge un altro tassello al processo messo in atto verso una più grande internazionalizzazione del turismo laziale.

Il presidente Giuseppe Sarnella ha, infatti, già stabilito i primi contatti con una delegazione dell’Azerbaigian, al fine di costruire nuove proficue attività di sviluppo per il settore e per l’espansione del gruppo Accor. L’incontro, che si è tenuto all’Hotel St. Regis di Roma, ha permesso di tracciare le prime linee guida per una collaborazione tra le imprese del Lazio e la Repubblica azera grazie al coinvolgimento, voluto dallo stesso Sarnella, dei Sindaci dell’Alto Lazio in vista dell’istituzione di un Polo turistico dedicato.

Le idee e i progetti che Italia e Azerbaigian possono attivare insieme rappresentano un’opportunità imprescindibile di sviluppo – ha concluso Giuseppe Sarnella Gli accordi internazionali devono essere la via maestra per arginare le difficoltà economiche attuali e concludere un percorso di successo per tutto il settore”.