Skip to main content

GIANLUCA PELLERITO A UMBRIA JAZZ 2013 PRESENTA IN ANTEPRIMA IL SUO NUOVO CD “JAZZ MY WAY” TRIBUTO A HERBIE HANCOCK

GIANLUCA PELLERITO A UMBRIA JAZZ 2013 PRESENTA IN ANTEPRIMA IL SUO NUOVO CD “JAZZ MY WAY” TRIBUTO A HERBIE HANCOCK

Gianluca pelleritoIl diciannovenne  batterista palermitano torna al festival umbro da protagonista e celebra i cinquant’anni dal primo album del mito del jazz, presentando in anteprima il suo nuovo cd live “Jazz My Way” Herbie Hancock Tribute pubblicato su etichetta Emarcy dalla Universal Music

Sarà Gianluca Pellerito, giovane rivelazione del jazz italiano e internazionale, e il suo Quintet ad esibirsi sul palco di Piazza 4 Novembre nella 40° edizione di  Umbria Jazz 2013.

Venerdì 5 luglio alle ore 21.30, il festival jazz accoglierà il diciannovenne batterista palermitano a Perugia, in Piazza 4 novembre, per un concerto interamente dedicato a Herbie Hancock.

La performance sarà l’occasione per presentare in anteprima il cd live “Jazz My Way”, pubblicato su etichetta Emarcy dalla Universal Music, tributo al mitico pianista americano, registrato lo scorso 28 dicembre ad Orvieto in occasione di Umbria Jazz Winter, per celebrare tre anniversari che hanno reso speciale il 2012: i cinquant’anni dal primo lavoro discografico di Herbie Hancock, i diciotto anni di Gianluca Pellerito e i dieci anni dalla prima partecipazione all’Umbria Jazz 2013 del giovane artista italiano.

Prende il nome dall’album, l’inedito “Jazz My Way”, primo brano composto da Gianluca Pellerito e dedicato proprio ad Herbie Hancock.

Ad accompagnare Gianluca Pellerito, ci saranno Michael Rosen, uno dei più migliori sassofonisti in attivita’, Paul Stacey, chitarrista inglese di fama internazionale, per tanti anni chitarra degli Oasis, Ross Stanley, star inglese del piano, scuola Berklee, e Alfredo Paixao, bassista brasiliano vincitore di quattro Grammy Award.

Gianluca Pellerito torna così da protagonista al festival umbro, dopo  la  prima apparizione con l’ensemble della Berklee Summer School nel 2002, all’età di otto anni, quando già mostrava tutta la stoffa del predestinato. Oggi, il suo talento  si e’ fatto conoscere anche sulla scena jazz internazionale ed è sfociato in esibizioni live al fianco di alcuni dei più grandi musicisti del panorama internazionale.

[tweetsearch q=”gianluca pellerito” result_type=”recent” limit=3]

 

Nel 2009 arriva il suo primo album, Three Drums Show, una produzione The Brass Group in cui suona insieme a Peter Erskine e Alex Acuña, due tra i più grandi batteristi di tutti i tempi, e la grande orchestra della Fondazione The Brass Group.

Appena 15enne, Gianluca esordisce al Blue Note di Milano con il suo progetto Gianluca Pellerito and friends “Il Jazz a Modo Mio…”. E’ il più giovane musicista al mondo ad avere una data a suo nome nel tempio della musica jazz internazionale. Nello stesso anno, due tour di grande prestigio negli Stati Uniti e la sua storica esibizione al Kennedy Center di Washington, unico italiano a suonare su espresso invito della famiglia Kennedy.

Nel 2011 è special guest nei concerti degli Incognito e suona per la Funky Jazz Night al Teatro di Verdura di Palermo. La partecipazione di Gianluca Pellerito al London Jazz Party nel dicembre del 2011, con il suo Quartet, il grande successo di pubblico e critica all’European Jazz Expo 2011 e l’esibizione a gennaio del 2012 al Blue Note di Milano lo confermano come un talento da seguire.

Il 2012 segna l’inizio dell’avventura londinese di Gianluca Pellerito, un anno importante che lo porta a contatto con grandi musicisti britannici e gli permette di accrescere la sua esperienza.

Ad agosto, Gianluca Pellerito e il suo Quintet prendono parte al grande spettacolo delle Olimpiadi 2012 di Londra con una serie di concerti dedicati a atleti e istituzioni. Sempre a Londra, nel settembre 2012, l’ambasciatore della cultura italiana a Londra lo nomina testimonial della musica jazz italiana nel Regno Unito.

Gianluca Pellerito Quintet – La band

Gianluca Pellerito – Batteria

Michael Rosen ¬ Sax tenore e soprano: Statunitense, uno dei migliori sassofonisti in attivita’, ha collaborato con i più importanti jazzisti al mondo come Bobby McFerrin, Peter Erskine, Mike Stern, Kenny Wheeler, Enrico Rava, Stefano Bollani, Paolo Fresu e molti altri.

Ross Stanley ¬ Piano: Scuola Berklee, star del jazz piano Inglese da anni è ritenuto uno dei migliori pianisti del Regno Unito.Ha collaborato con alcuni dei piu’ importanti musicisti britannici come Guy Barker,Stan Sulzman,Clark Tracey.

Paul Stacey – Chitarra: inglese, chitarrista di fama internazionale, e’ attualmente uno dei chitarristi jazz più richiesti in Inghilterra,  per anni è stata la chitarra degli Oasis

Alfredo Paixao – Basso: bassista brasiliano vincitore di quattro Grammy Award, bassista tra i più stimati nel circuito mondiale ha da poco lavorato in studio con Toots Thielemans, da molti anni arrangiatore di Pino Daniele e di Fiorella Mannoia, e ha collaborato con Giorgia e con numerosi jazzisti internazionali.