Skip to main content

“Il Viaggio della Costituzione” arriva a Firenze

viaggio-della-costituzione

La mostra itinerante “Il Viaggio della Costituzione”, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione dei 70 anni della Carta Costituzionale, fa tappa nel capoluogo toscano fino al 23 maggio

viaggio-della-costituzione-firenze-2

Firenze, 11 maggio 2018 – Arriva a Firenze “Il Viaggio della Costituzione”: la mostra itinerante che celebra il settantesimo compleanno della Carta Costituzionale sarà ospitata presso la Sala Wanda Pasquini (ex Sala delle Vetrate) del MIP – Murate Idea Park, dall’11 al 23 maggio. Il progetto è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.
La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi, alla presenza della Vicesindaca e Assessora all’Educazione, Università e Ricerca del Comune di Firenze Cristiana Giachi, e del Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale Andrea Mancinelli. La tappa di Firenze, la nona, è dedicata all’articolo 9 della Costituzione

“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”

– e introduce un’occasione di dialogo sul tema “Cultura e ricerca”.

“Firenze accoglie la tappa del Viaggio della Costituzione dedicata all’Articolo 9. Una scelta non casuale – dichiara Andrea Mancinelli, Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale – Firenze è infatti una città particolarmente emblematica e rappresentativa del talento, del genio e della creatività italiani, grazie alla straordinaria ricchezza artistica, culturale e storica di cui è custode e che continua ad alimentare. Qui riflettiamo oggi sull’importanza di conoscere e sostenere attivamente e con piena coscienza civile la cultura, la ricerca ed il patrimonio artistico e paesaggistico dell’intera nostra Nazione”.

A ciascuna delle città del progetto è associato uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere un confronto utile a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale.
“Si tratta di un’iniziativa per passare dal formale rispetto della nostra Carta fondamentale alla diffusione di una conoscenza più ravvicinata che deve riguardare, soprattutto, i più giovani – ha sottolineato la Vicesindaca e Assessora all’educazione Cristina Giachi – Non si tratta di fare in modo che i nostri ragazzi imparino a pappagallo una serie di norme. É invece necessario che studiando la Costituzione possano riflettere, in maniera adeguata, sul fatto che queste Carte rappresentano uno dei momenti più importanti della storia delle comunità civiche: quello nel quale si risolvono i problemi della convivenza all’interno degli Stati, disciplinando le aspirazioni e i meccanismi di decisione collettiva; e soprattutto individuando i valori e i principi cui debbono ispirarsi”.

La mostra itinerante sulla Costituzione, a ingresso libero, è arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Carta Costituzionale con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti. A Firenze la mostra sarà visitabile tutti i giorni, dalle 9 alle 18 fino al 23 maggio, con unica eccezione dell’11 maggio con apertura dalle 14 alle 18. Il tema “Cultura e ricerca”, associato a questa nona tappa, sarà approfondito il 21 maggio, alle ore 16.30, presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, all’interno dell’incontro dei “Dialoghi sulla Costituzione” a cura di Editori Laterza.
Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza. Al termine della tappa, la Costituzione proseguirà il suo viaggio verso le città di Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

“Il Viaggio della Costituzione” arriva a Venezia

mostra-viaggio-costituzione-venezia-2

Venezia, 16 aprile 2018 – “Il Viaggio della Costituzione” arriva a Venezia: la mostra itinerante che celebra il settantesimo compleanno della Carta Costituzionale sarà ospitata presso il polo dell’innovazione culturale e tecnologica M9 a Mestre, dal 16 aprile al 2 maggio. Il progetto è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

viaggio-costituzione-venezia-4
Il Sindaco Luigi Brugnaro firma una copia della Costituzione

La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi, alla presenza del Sindaco Luigi Brugnaro e del Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale Andrea Mancinelli.

A ciascuna delle città è associato uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere un confronto utile a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale. La tappa di Venezia, l’ottava, è dedicata all’articolo 8 della Costituzione – “Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.” – e introduce un’occasione di dialogo sul tema delle “Confessioni religiose”.

“Volevo ringraziare il Presidente della Repubblica – ha esordito il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro – perché ha sempre avuto a cuore un progetto importante per Venezia e lo ha realizzato concretamente attraverso il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni con l’ultima legge Finanziaria, stanziando quasi 280 milioni di euro per la salvaguardia di Venezia. Venezia ha una storia cosmopolita, fondata sul dialogo e sull’intreccio di culture. Da sempre aperta a tutti: proprio nel 2016, la città ha celebrato i 500 anni del Ghetto ebraico ricordando il grande contributo che la comunità ebraica ha dato a Venezia. La città ha sempre garantito la libertà delle persone, anche religiosa. Credo tuttavia che la libertà si debba esplicare nel rispetto di tutte le altre leggi e proprio per questo – ha sottolineato il primo cittadino – non si può pensare che un luogo di culto venga realizzato in un locale che non sia adibito a queste finalità. La libertà religiosa deve sempre essere assicurata nella piena legalità di tutte le persone e nel rispetto delle attività altrui. Le regole, se ci sono, vanno rispettate in qualsiasi ambito”.

“Venezia, città cosmopolita per eccellenza, accoglie la tappa del Viaggio della Costituzione per approfondire, non a caso, la conoscenza dell’art. 8, per cui tutte le confessioni religiose sono ugualmente libere davanti alla legge – dichiara Andrea Mancinelli, Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale – E’ un ulteriore tratto del principio di uguaglianza dell’art.3, ‘senza distinzione di religione’, e analogamente ai rapporti che lo Stato regola con la Chiesa cattolica all’art.7 mediante ‘Patti’, con le altre confessioni religiose si prevede che i rapporti con lo Stato siano regolati da ‘Intese’. Mai come ora questi principi fondamentali della Carta Costituzionale ci indicano il percorso migliore per una convivenza civile”.

La mostra itinerante sulla Costituzione, a ingresso libero, è arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Carta Costituzionale con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti. A Venezia la mostra sarà visitabile, fino al 2 maggio, dalle 10 alle 19, tutti i giorni.

Il tema “Confessioni religiose”, associato a questa ottava tappa, sarà approfondito il 2 maggio, alle ore 12.00, presso le Sale Appollinee del Teatro La Fenice, all’interno dell’incontro dei “Dialoghi sulla Costituzione a cura di Editori Laterza.

Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.

Al termine della tappa, la Costituzione proseguirà il suo viaggio verso le città di Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

Il Viaggio della Costituzione arriva a Roma

viaggio-della-costituzione-roma-14

La mostra itinerante, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione dei 70 anni della Carta Costituzionale, fa tappa nella Capitale fino al 6 aprile.

Roma, 26 marzo 2018 – “Il Viaggio della Costituzione” arriva a Roma: la mostra itinerante che celebra il settantesimo compleanno della Carta Costituzionale sarà ospitata all’interno della Sala della Protomoteca del Campidoglio, dal 26 marzo al 6 aprile. Il progetto è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi, presso la Sala della Piccola Protomoteca, alla presenza della Sindaca di Roma Virginia Raggi, del Senatore Franco Marini, Presidente del Comitato storico scientifico per gli Anniversari di interesse nazionale, e del Prefetto di Roma Paola Basilone.

La tappa di Roma, settima delle dodici totali, è dedicata all’articolo 7 della Costituzione, che regola il rapporto Stato-Chiesa, stabilendo che entrambi, nel proprio ordine, siano indipendenti e sovrani.

“La città di Roma è orgogliosa di ospitare questa importante iniziativa nell’ambito dei festeggiamenti per i 70 anni della nostra Carta Costituzionale – dichiara Virginia Raggi – La Costituzione va applicata quotidianamente da ciascuno di noi, perché contiene quei principi fondamentali e sempre attuali che regolano la nostra convivenza civile. Ma per farlo bisogna conoscerla e per conoscerla sono essenziali momenti di approfondimento in grado di trasmettere ai cittadini, e soprattutto ai giovani, la bellezza e la profondità dei valori costituzionali. La tappa romana del ‘Viaggio della Costituzione’ non poteva non essere dedicata all’articolo 7 che regola i rapporti tra Stato e Chiesa, in considerazione della presenza del Vaticano. La sancita parità degli ordinamenti rappresenta una sintesi dei principi di laicità dello Stato e di libertà di religione quanto mai attuale, anche alla luce dei fenomeni di integralismo che oggi minacciano la convivenza tra i popoli”.

A ciascuna delle città sono associati uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di confronto utili a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale.

“Siamo alla settima tappa di un viaggio iniziato sette mesi fa. In occasione del 70° anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana, il Governo e il Comitato storico per gli anniversari nazionali che presiedo hanno infatti voluto rappresentare e comunicare i contenuti dei principi fondamentali della Carta Costituzionale, vale a dire i primi dodici articoli, organizzando una mostra itinerante per una durata complessiva di dodici mesi, in spazi rappresentativi aperti al pubblico di dodici città italiane – spiega Franco Marini –  Abbiamo iniziato con Milano lo scorso settembre, con un approfondimento sull’Articolo 1, siamo ora a Roma, nel cuore di una città che per sua storia naturale non poteva non ospitare l’approfondimento sull’Articolo 7, dedicato ai rapporti tra Stato e Chiesa. Oggi, ogni giorno, i dibattiti, le notizie di cronaca e di attualità politica, nazionale e internazionale, ci ricordano la straordinaria vitalità, la forza e il portato democratico di questi articoli. Oggi – forse più che mai – vediamo quanto peso possa avere e abbia -peso civile, morale perfino politico oltre che religioso – l’operato di un Papa presente e carismatico come Papa Francesco. Con questa mostra e con questi appuntamenti, dedicati a tutta la cittadinanza e soprattutto alle scuole, vogliamo sottolineare la necessità di riflettere sul percorso intellettuale e civile che ha portato alla stesura della nostra Carta, e su quanto quelle radici storiche continuino a dialogare con il nostro presente. Un dialogo aperto e fruttuoso, che ogni cittadino e che ogni futuro cittadino deve avere il dovere e il piacere di riscoprire e di approfondire”.

La mostra itinerante sulla Costituzione, a ingresso libero, è arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Carta Costituzionale con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti. A Roma la mostra sarà visitabile dalle 9:30 alle 18 (fatta eccezione per il 26 marzo, dalle 14 alle 18), e resterà chiusa il 1 e il 2 aprile, in occasione delle festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo.

Il tema del rapporto Stato-Chiesa, associato a questa tappa, è stato approfondito nella mattinata presso la Sala degli Orazi e Curiazi, nell’ambito dell’incontro dei “Dialoghi sulla Costituzione”: un ciclo di lezioni, a cura di Editori Laterza, strutturate nella forma di un dibattito tra un giurista e un ricercatore di altra materia, e coordinati da un giornalista. Dopo l’introduzione della Sindaca Virginia Raggi, sono intervenuti Francesco Margiotta Broglio, Professore emerito di Storia e sistemi dei rapporti tra Stato e Chiesa all’Università di Firenze, Alberto Melloni, Professore di Storia del cristianesimo all’Università di Modena – Reggio Emilia, coordinati da Andrea Montanari, direttore del TG1. Giuseppe Laterza, editore, ha illustrato l’intera iniziativa.
Al termine della tappa romana, la Costituzione proseguirà il suo viaggio verso le città di Venezia, Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

“Dialoghi sulla Costituzione”: inaugurato il ciclo di lezioni sui principi fondamentali che accompagna “Il Viaggio della Costituzione”

“Dialoghi sulla Costituzione”: inaugurato il ciclo di lezioni sui principi fondamentali che accompagna “Il Viaggio della Costituzione”

In occasione del 70° Anniversario della Costituzione, la Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con gli Editori Laterza invita studenti e cittadini a prender parte al dialogo sulla Carta Costituzionale

 

Prende il via “Dialoghi sulla Costituzione”, ciclo di dodici lezioni sviluppato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con gli Editori Laterza, nell’ambito del progetto “Il Viaggio della Costituzione”.

Gli incontri accompagnano la Carta Costituzionale nelle dodici città italiane che ne ospitano la mostra itinerante. Sono strutturati nella forma di un dialogo tra un giurista e un ricercatore di altra materia, e coordinati da un giornalista.

Il primo appuntamento si terrà domani a Milano, alle ore 17.00, presso Palazzo Marino. Interverranno il giurista Sabino Cassese e la storica Simona Colarizi, coordinati da Luciano Fontana, Direttore del Corriere della Sera. Introdurrà l’Editore Giuseppe Laterza. Sarà presente all’incontro il Sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Argomento del confronto milanese sarà la “Democrazia”, in riferimento al primo articolo della Costituzione. A ciascuna delle città sono associati, infatti, uno dei principi fondamentali e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di dialogo utili a guidare scuole e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale.

Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana, “Il Viaggio della Costituzione” vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.

“Il Viaggio della Costituzione”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, dopo Milano farà tappa insieme ai “Dialoghi sulla Costituzione” a Catania, Reggio Calabria, Bari, Cagliari, Aosta, Roma, Venezia, Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

Parte da Milano “Il Viaggio della Costituzione”

Parte da Milano “Il Viaggio della Costituzione” 1

In occasione del 70° Anniversario della Costituzione, la Presidenza del Consiglio dei Ministri promuove un tour in dodici tappe per tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni

Parte da Milano “Il Viaggio della Costituzione”

 

Parte oggi “Il Viaggio della Costituzione”, progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, che porterà la Carta Costituzionale in dodici città italiane.

La cerimonia inaugurale si è tenuta a Palazzo Reale, alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, del Presidente del Comitato storico scientifico per gli Anniversari di interesse nazionale Franco Marini, del Ministro per lo Sport con delega per gli Anniversari di interesse nazionale Luca Lotti e del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni.

A dare il via al “viaggio”, la tappa di Milano dedicata al primo articolo della Costituzione – “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” – e a una importante riflessione sul tema della “Democrazia”.

Sono fiero del fatto che il Viaggio della Costituzione inizi da Milano – ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala La nostra città, con il suo esempio, ha dato un contributo importante alla nascita della Carta, che quest’anno celebra 70 anni. La democrazia, cui fa riferimento l’art. 1, protagonista della mostra di Palazzo Reale, è un valore che Milano sente suo e che difenderà sempre con determinazione”.

Dopo Milano, la Carta Costituzionale farà tappa a Catania, Reggio Calabria, Bari, Cagliari, Aosta, Roma, Venezia, Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

A ciascuna delle città sono associati uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e un tema, intorno al quale saranno promosse occasioni di incontro e dialogo.

I Principi fondamentali sono il frutto di una sintesi feconda tra ispirazione personalista e solidarista, fra le esigenze del garantismo e le istanze di una democrazia avanzata volta a incidere profondamente sui rapporti sociali. Tra le forze politiche presenti in Assemblea costituente si enucleò un laborioso ‘compromesso costituzionale’, un patto sui grandi principi, sulle libertà fondamentali, sulla forma di governo e sul sistema delle garanzie” ha dichiarato Franco Marini, Presidente del Comitato storico scientifico per gli Anniversari di interesse nazionale.

Ad accompagnare la Carta Costituzionale in questo viaggio, una mostra itinerante arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Costituzione con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti.  Nel capoluogo lombardo la mostra sarà visitabile, a ingresso libero, presso la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, dall’11 al 17 settembre.

Un ciclo di dodici lezioni di storia, a cura di Laterza, guiderà inoltre scuole e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Costituzione, grazie alla partecipazione di interlocutori del calibro di Sabino Cassese.

Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana, “Il Viaggio della Costituzione” vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.