Skip to main content

TOBY BRADON NUOVO GENERAL MANAGER DI VUE UK, IRLANDA E DANIMARCA. FRANCESCO GRANDINETTI NUOVO GENERAL MANAGER DI THE SPACE CINEMA

TOBY BRADON NUOVO GENERAL MANAGER DI VUE UK, IRLANDA E DANIMARCA. FRANCESCO GRANDINETTI NUOVO GENERAL MANAGER DI THE SPACE CINEMA
Toby Bradon era stato nominato General Manager di The Space Cinema a gennaio 2018
Toby Bradon

Da Vue International la notizia di due importanti cambiamenti nella leadership nazionale e internazionale. Toby Bradon è il nuovo General Manager della divisione Regno Unito, Irlanda e Danimarca, ramo territoriale di Vue dove sono attivi 94 cinema all’avanguardia per un totale di 900 schermi.

L’altra notizia riguarda l’Italia e The Space Cinema, dove sarà Francesco Grandinetti a ricoprire l’incarico di General Manager e guidare il circuito di 36 multisala all’avanguardia, per un totale di 362 schermi in tutto il Paese. Due nomine che completano l’organizzazione generale dei territori e che consentono a Kevin Styles, Operating Managing Director del Gruppo, di concentrare pienamente l’attività di leadership su ciascuno dei territori in cui Vue International opera.

Bradon lascia dunque The Space Cinema, dove era General Manager da gennaio 2018. Già in precedenza aveva lavorato in Vue International a Londra, dove è stato Executive Director of Strategy & Business Improvement e, prima ancora, Innovations & Analytics Director per la localizzazione UK-Irlanda.

Tra i suoi compiti principali, Bradon guiderà il rilancio delle attività di Vue UK, Irlanda e Danimarca, in seguito alle chiusure dovute alla pandemia da COVID-19, sulla base del modello strategico già applicato con successo nel Regno Unito. Prima di entrare a far parte di Vue International, nel 2009, Bradon aveva precedentemente lavorato presso società di consulenza gestionale come Kearney e McKinsey & Company.

Francesco Grandinetti guiderà il circuito presente in Italia con 36 multisala The Space Cinema, per un totale di 362 schermi
Francesco Grandinetti

La nomina di Grandinetti, invece, rappresenta un avanzamento da quello che è il suo attuale ruolo di CFO e Deputy Managing Director in The Space Cinema, dove ha operato sin dall’inizio, ricoprendo diversi incarichi finanziari e di leadership in alcuni momenti essenziali, come l’acquisizione di The Space Cinema da parte di Vue International nel 2014, dove Grandinetti ha avuto un ruolo di primo piano.

A lui il compito di guidare il rilancio delle attività in Italia, tra cui la gestione di una serie di investimenti significativi e il coordinamento di interventi finalizzati a migliorare la customer experience del pubblico di The Space Cinema: operazioni come il lancio delle poltrone “Recliner” (in cui VUE è leader di settore) e l’aggiornamento dell’offerta Retail con nuovi prodotti e nuovi servizi.

Attivamente coinvolto nello sviluppo di Warner Village Cinemas in Italia, Grandinetti ha oltre 20 anni di esperienza nel settore, con comprovate skills in Business Development, Corporate Finance, M&A e Private Equity.

Sono lieto di annunciare queste due importanti nomine che riguardano Toby e Francesco – ha commentato StylesÈ una grande soddisfazione promuovere i talenti all’interno dell’azienda, ed entrambi sono ottimi esempi dei nostri sforzi in questa direzione. Negli ultimi due anni il team italiano ha conosciuto significativi cambiamenti positivi con Toby, che lascia la guida nelle sapienti mani di Francesco per continuare su questa strada e migliorare ulteriormente The Space Cinema e il suo rapporto con il pubblico. Due grandi team che, come hanno sempre fatto e sempre faranno, sono allineati su una grande strategia, a conferma di una scia di successi passati, presenti e futuri. Guidare la divisione di Regno Unito, Irlanda e Danimarca è stato finora l’orgoglio della mia carriera – prosegue Stylese vorrei ringraziare tutti i colleghi per la loro attenzione e il loro impegno nel portare avanti questo percorso con me. Non vedo l’ora di passare le redini a Toby e di lavorare sempre più a stretto contatto con ciascuno dei nostri team di leadership dei diversi territori.”

É stato bello guidare The Space Cinema e non vedo l’ora di lavorare con un team di grande talento come quello di Vue UK, Irlanda e Danimarca – ha risposto Bradonper realizzare i nostri entusiasmanti progetti. Vorrei ringraziare tutto il team di Vue International per avermi affidato questa fantastica opportunità di offrire la migliore esperienza sul grande schermo al pubblico inglese, irlandese e danese.”

È il momento perfetto per cogliere questa opportunità – ha aggiunto Grandinettie dobbiamo essere operativi il prima possibile per affrontare questa sfida con energia e ambizione. Vorrei ringraziare tutto il team Vue International per questa fantastica opportunità.”

Le nomine di Bradon e Grandinetti saranno esecutive dal prossimo 1 luglio 2020.

GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DEL DOPPIAGGIO, PRESENTATO IL PRIMO RAPPORTO. AL VIA LA CAMPAGNA #DOPPIAGGIODOP PER LA TUTELA DELLA QUALITÀ

Gran Premio Internazionale del Doppiaggio

Annunciate le nomination per la cerimonia di premiazione del Gran Gala delle Voci del 21 novembre.

Il Ministro Franceschini: “Massimo sostegno per individuare punti di intervento e progetti di formazione.
Obiettivo: avviare circuito di valorizzazione del settore già da quest’anno”.

Roma, 12 novembre 2019 – L’XI edizione del Gran Premio Internazionale del Doppiaggio è stata presentata oggi – alla presenza del Ministro Dario Franceschini – al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Durante la presentazione sono state annunciate ufficialmente le nomination delle personalità e dei film in corsa per la premiazione del Gran Gala delle Voci, il 21 novembre prossimo all’Auditorium Parco della Musica di Roma

L’incontro è stato, inoltre, l’occasione per presentare “Il Rapporto sul Doppiaggio”, la prima ricerca sullo stato dell’arte di questo settore con lo scopo di fotografare valori e criticità che riguardano il lavoro di centinaia di professionalità artistiche e tecniche. Insieme al Rapporto è stato dato il via alla campagna #DoppiaggioDOP, una chiamata rivolta agli operatori dell’audiovisivo per avviare una riflessione congiunta sulla tutela della qualità e raccogliere, così, la richiesta che viene dal grande pubblico. 

Riflessione condivisa anche dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, Dario Franceschini, nel suo intervento: “Lo sviluppo del settore porta con sé numerose occasioni di crescita che, tuttavia, rischiano di trasformarsi in un abbassamento della resa se alla crescita in termini di quantità non corrisponde un adeguato supporto in termini di qualità. per questo motivo – ha proseguito Franceschini – è utile promuovere un tavolo di lavoro che non rimanga solo discussione ma che si traduca in azione concreta e condivisa con l’obiettivo di superare le principali problematiche tecniche e normative. È necessario, per esempio, colmare i vuoti all’interno della legge del ’41 e lavorare per il riconoscimento del ruolo del Direttore del Doppiaggio. Oltre a questo, propongo di lavorare insieme al Miur per la realizzazione di corsi di formazione ufficiali e riconosciuti. Presenterò le esigenze e le istanze del settore – ha concluso Franceschini – al prossimo Consiglio dei Ministri.”

L’impatto dell’era digitale e delle moderne forme di distribuzione dell’audiovisivo costituisce una sfida per il mondo del doppiaggio italiano: la presenza sul mercato di numerose piattaforme per la fruizione di contenuti, le richieste crescenti di adattamenti in tempi stringenti, unite alla contrazione delle risorse di budget stanziate stanno contribuendo a creare un gap fra domanda e offerta. Dal Rapporto emerge che l’aspetto più problematico dell’attuale panorama sia rappresentato dai prodotti audiovisivi di massa della grande distribuzione. Il risultato evidenziato è un appiattimento della qualità e un conseguente indebolimento del valore percepito da parte degli spettatori. È forte la necessità, per un settore che rappresenta una delle eccellenze della nostra produzione culturale, di lavorare al fianco delle Istituzioni per salvaguardare la qualità.

La soluzione potrebbe risiedere nella costruzione di un percorso che porti all’individuazione di una certificazione di qualità che metta al sicuro il patrimonio del doppiaggio italiano per dargli il valore che merita riuscendo a colmare il gap esistente: “Un più alto livello delle lavorazioni non aiuterebbe solo gli operatori del settore ma potrebbe garantire una migliore fruizione anche agli utenti finali” commenta Roberto Di Giovan Paolo, coordinatore del Rapporto sul Doppiaggio. L’idea è da applicare all’intero processo che coinvolge diverse categorie professionali dalla traduzione all’adattamento, per arrivare fino in sala di doppiaggio: un cammino da compiere insieme alle Istituzioni per implementare un modus operandi già consolidato e utilizzato da molti anni per proteggere l’eccellenza italiana.

Il Gran Premio Internazionale del Doppiaggio – che ha ormai superato i dieci anni di età – è diventato momento di relazione e confronto fra tutte le professionalità del settore e si pone oggi come punto di incontro di un mondo culturale fatto di figure artistiche e tecniche che hanno contribuito alla crescita e l’eccellenza del cinema italiano negli ultimi 50 anni. “Questa manifestazione rappresenta una chance unica per gridare al mondo che questa qualità non deve cedere il passo all’industrializzazione cieca del settore e per farlo è utile identificare uno standard che possa sostenere una crescita organica” commenta Filippo Cellini, ideatore e organizzatore dell’evento.

 

 

This Is Måneskin: Il docu-film sulla band rivelazione di X-Factor nei The Space Cinema

This Is Måneskin: Il docu-film sulla band rivelazione di X-Factor nei The Space Cinema 4

I Måneskin presenteranno il film evento esibendosi live al The Space Cinema Parco de’ Medici di Roma e contemporaneamente in diretta in tutte le sale del circuito

Roma 23 ottobre 2018This is Måneskin è un film a quattro voci e otto mani, un contenuto inedito scritto direttamente dai protagonisti, seguiti nelle riprese durante le fasi più delicate del proprio lavoro creativo. La voglia di farcela e le difficoltà del mestiere, ma non solo: il film è il racconto di un sogno che diventa realtà. La storia di quattro ragazzi passati dall’esibirsi nei locali di provincia a conquistare il pubblico di uno dei talent più seguiti della televisione italiana.

Il film che racconta la storia dei Måneskin arriva nelle sale del circuito The Space in un’unica data: il 24 ottobre alle 20:30. Distribuito da Vision Distribution, il film sarà presentato proprio dalla giovanissima band, che si esibirà in una performance live al TSC di Parco de’ Medici a Roma e trasmessa contemporaneamente in diretta streaming in tutti i The Space Cinema.

This Is Måneskin: Il docu-film sulla band rivelazione di X-Factor nei The Space Cinema 2Il documentario sarà anche l’occasione per celebrare il primo vero progetto discografico di Damiano, Ethan, Victoria e Thomas, “Il Ballo della Vita”. Dalle selezioni di X-Factor al primo tour, gli spettatori potranno ripercorrere i momenti in cui i quattro ragazzi stringono in modo insolubile il rapporto di amicizia fra loro e imparano a mantenere in equilibrio i ritmi professionali serrati e la vita da adolescenti, trovando il tempo anche per la famiglia e gli amici di sempre. Un collage mai realizzato prima d’ora, con un montato unico nel suo genere che ripercorre la vita artistica dei Måneskin, per comprenderne le emozioni, le tensioni e il loro talento in modo inedito e sorprendente.

Sarà possibile assistere a This is Måneskin anche con The Space Pass, l’abbonamento che consente la visione di tutti i film ed eventi in programmazione ogni giorno nei cinema The Space a soli 15,90 euro al mese.

Nei The Space Cinema arriva Titanic: a 20 anni dall’uscita torna il colossal di James Cameron

Nei The Space Cinema arriva Titanic: a 20 anni dall’uscita torna il colossal di James Cameron 1

Nei The Space Cinema arriva Titanic: a 20 anni dall’uscita torna il colossal di James CameronIl I novembre 1997 una lunghissima e ordinata fila di ragazze e ragazzi giapponesi attendeva l’anteprima di Titanic davanti al Tokyo’s Orchard Hall Theater: un’autentica prova generale prima del grande debutto americano fissato per il 14 dicembre dell’anno successivo. A vent’anni da allora, il colossal che consacrò Leonardo Di Caprio e Kate Winslet sul grande schermo torna nelle sale.

L’8, il 9 e il 10 Ottobre, alle ore 20, nei cinema The Space di Silea, Pradamano, Parma, Sestu Belpasso Rozzano Quartucciu Limena Vimercate Roma Parco de’ Medici sarà possibile assistere alla versione rimasterizzata della storia che racconta i fatti che portarono, nella notte tra il 14 ed il 15 aprile 1912, all’affondamento dell’omonimo transatlantico, tornando a rivivere anche una delle storie d’amore più commoventi di Hollywood.

La collisione con l’iceberg separò brutalmente Rose e Jack, imprimendo nell’immaginario collettivo i momenti più autentici della passione sbocciata a bordo della nave tra la diciassettenne inglese promessa in sposa a un uomo ricco e snob e l’artista squattrinato del Wisconsin.

La visione del film è inclusa nella programmazione cui è possibile assistere anche con The Space Pass, l’abbonamento che consente la visione di tutti i film ed eventi in programmazione ogni giorno nei cinema The Space a soli 15,90 euro al mese.

 

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE L’AMICA GENIALE

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE  L’AMICA GENIALE

UNICEF PARTECIPA CON THE SPACE CINEMA AI FESTEGGIAMENTI PER L’ANTEPRIMA DE L’AMICA GENIALEIn occasione dell’arrivo al cinema come evento speciale solo l’1, 2 e 3 ottobre dei primi due episodi della serie firmata da Saverio Costanzo e tratta dal best seller di Elena Ferrante, edito da Edizioni E/O, UNICEF sarà presente con breve video informativo all’interno di 36 sale del circuito The Space, all’Arcobaleno Filmcenter e al Ducale Multisala di Milano per sensibilizzare gli spettatori sull’importanza del diritto all’istruzione, tema chiave delle prime puntate delle serie che narrala storia di un’amicizia nata sui banchi di scuola negli anni 50.

L’UNICEF è da sempre in prima linea nell’impegno globale per garantire il diritto all’istruzione per tutti, con particolare attenzione per le bambine e per i gruppi vulnerabili, ed è protagonista di un’azione incessante per tradurre questo principio in piani d’azione, programmi e progetti concreti in oltre 190 paesi in cui opera. Per questo il circuito The Space, il cinema Ducale Multisala e Arcobaleno Filmcenter di Milano hanno accettato con piacere di accogliere il video UNICEF affinché, prima della proiezione del L’AMICA GENIALE, il pubblico possa conoscere più nel dettaglio le attività del Comitato Italiano per l’UNICEF.

Comitato Italiano per l’UNICEF – Onlus è parte integrante della struttura globale dell’UNICEF –  Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, l’organo sussidiario dell’ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.

La catena The Space Cinema è composta da 36 multiplex sul territorio nazionale, per un totale di 362 moderne sale e 79 mila posti a sedere. La mission di The Space Cinema è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore, a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche e l’accoglienza e sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi.

L’evento al cinema è distribuito in esclusiva da Nexo Digital solo l’1, 2 e 3 ottobre(elenco sale su www.nexodigital.it) con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it.

L’AMICA GENIALE è una serie HBO-RAI Fiction e TIMVISION, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TIMVISION e HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia. Tutti gli episodi sono diretti da Saverio Costanzo. Il soggetto e le sceneggiature sono di Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo. Paolo Sorrentino e Jennifer Schuur sono i produttori esecutivi. Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com. Prossimamente la serie sarà su Rai 1, HBO e TIMVISION.

2001: Odissea nello spazio, al The Space la versione rimasterizzata a 50 anni dall’uscita del film

2001: Odissea nello spazio, al The Space  la versione rimasterizzata a 50 anni dall’uscita del film

2001: Odissea nello spazio fa ritorno al cinema. In occasione del 50esimo anniversario di uno dei film più celebri di Stanley Kubrick, considerato una pietra miliare del cinema di fantascienza e non solo, sarà proiettata la versione rimasterizzata per soli due giorni, il 4 e il 5 giugno, in tutti i multisala del circuito The Space Cinema.

Il film, basato su un soggetto di Arthur C. Clarke, racconta una favola apocalittica sul destino dell’umanità e dello sviluppo della tecnologia, che si snoda in un arco di tempo che abbraccia milioni di anni. Un’avventura cosmica che diventa scoperta di sé stessi, partendo dall’alba dell’uomo in Africa, dove un branco di ominidi vede apparire un misterioso monolito nero, fino ad arrivare – accompagnati dalle indimenticabili note di Sul bel Danubio Blu di Strauss – al viaggio verso Giove sull’astronave Discovery One, controllata dal supercomputer Hal 9000.

Ultimo tango a Parigi: al The Space la versione restaurata del capolavoro di Bertolucci

Ultimo tango a Parigi: al The Space  la versione restaurata del capolavoro di Bertolucci 1

Ultimo tango a Parigi: al The Space  la versione restaurata del capolavoro di BertolucciDal 21 al 23 maggio sarà proiettato nei cinema The Space  Ultimo tango a Parigi, il capolavoro di Bernardo Bertolucci da poco restaurato dal Centro Sperimentale di Cinematografia, in collaborazione con Grimaldi Film Productions e Metro-Goldwyn-Mayer Studios. Considerato il film italiano più visto di tutti i tempi nel nostro paese, con oltre 15 milioni di spettatori, Ultimo tango a Parigi è una delle pellicole più famose e discusse della storia del cinema, l’unica che abbia subito la “condanna al rogo” della censura a causa delle numerose scene erotiche.

Interpretato da Marlon Brando e dall’esordiente Maria Schneider, il film fu presentato in prima mondiale al festival di New York il 14 ottobre del 1972, accolto con entusiasmo dalla critica. Non accadde lo stesso in Italia, dove uscì nel dicembre dello stesso anno, suscitando un grande scandalo e infinite polemiche. La situazione sfociò nella condanna al rogo del film, decretata il 19 gennaio 1976. Bertolucci stesso fu coinvolto in un processo che lo portò alla condanna per offesa al pudore. Solo nel 1987 il film fu riabilitato e accolto per ciò che è: un capolavoro sulla drammaticità dell’esistenza.

Torna al The Space il film evento “Van Gogh – Tra il grano e il cielo”

L’Opera torna al cinema: il 22 febbraio nelle sale The Space si alza il sipario su ‘Un Ballo In Maschera’ 1

Dopo il successo di pubblico riscontrato ad aprile, ritorna a grande richiesta nei cinema The Space Van Gogh. Tra il grano e il cielo. Il film sarà nuovamente nelle sale per due soli giorni: martedì 22 e mercoledì 23 maggio.

Il film evento getta una nuova luce sulla figura di Vincent Van Gogh, grazie al lascito della più grande collezionista privata di opere del pittore olandese, Helene Kröller-Müller (1869-1939), che – pur senza averlo mai conosciuto di persona – giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni.

Diretta da Giovanni Piscaglia e scritta da Matteo Moneta con la consulenza scientifica e la partecipazione dello storico d’arte Marco Goldin, la pellicola racconta l’unione spirituale di due persone che non si incontrarono mai durante la loro vita (Helene Kröller-Müller aveva 11 anni quando Van Gogh morì, nel 1890), ma che condivisero la stessa tensione verso l’assoluto, la stessa ricerca di una dimensione religiosa e artistica pura, senza compromessi.

Ad accompagnare l’intero racconto è l’attrice Valeria Bruni Tedeschi, ripresa nella chiesa di Auvers-sur-Oise, che Van Gogh dipinse qualche settimana prima di suicidarsi. L’occasione per raccontare l’intera parabola artistica di Van Gogh, e la collezione di Helene Kröller-Müller, è la mostra “Van Gogh. Tra il grano e il cielo”, che raccoglie 40 dipinti e 85 disegni proventi dal Kröller-Müller Museum di Otterlo in Olanda, dove oggi è custodita l’eredità di Helene.

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario 1

Non eravamo protetti, non c’era un piano e le pallottole erano vere, ma fanculo, siamo andati lo stesso”.

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario

Le parole sono quelle di Bruce Dickinson, leggendario frontman degli Iron Maiden e tra i più iconici cantanti e autori di sempre. Il riferimento è al live del 1994 in una Sarajevo sotto assedio, lo storico concerto a cui è dedicato un intero capitolo dell’autobiografia di Dickinson, A cosa serve questo pulsante? e da cui prende vita il documentario Scream For Me Sarajevo, raccontato dallo stesso Dickinson.

Il film, prodotto da Eagle-Rock, sarà proiettato in alcune delle sale del circuito The Space Cinema il prossimo 16 maggio, in versione originale e sottotitolato in italiano, con un’esclusiva intervista di 30’ al cantante.Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario 1

È lo stesso Dickinson a raccontare il coraggio di sfidare gli orrori della guerra, e le storie dei musicisti che hanno rischiato la vita per suonare uno spettacolo per queste persone.

Oltre alle clip tratte dal live del 1994, alle interviste alla band e alle testimonianze dell’intero staff, Scream For Me Sarajevo incontra anche le esperienze di coloro che sono arrivati ​​allo show e hanno reso possibile lo spettacolo.

Un concerto immenso, intenso e probabilmente il più grande spettacolo al mondo in quel momento per il pubblico e anche per noi – continua Dickinson nel capitolo dell’autobiografia, intitolato Alla braceUn evento di cui il mondo conosceva l’importanza in quel momento, ma che ha cambiato il modo in cui vedevo la vita, la morte e gli altri esseri umani.

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario 2

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario 3

Scream For Me Sarajevo: l’avventuroso live di Bruce Dickinson nel 1994 diventa un documentario 6

Il film documentario sarà proiettato nelle sale The Space Cinema di Cerro Maggiore (MI), Limena (PD), Pradamano (UD), Roma – Parco de’ Medici (RM), Silea (TV), Vimercate (MB), Milano – Odeon (MI), Beinasco (TO), Firenze, Trieste e Bologna.

L’autobiografia di Bruce Dickinson, A cosa serve questo pulsante?, è edita da HarperCollins e ripercorre la vita di un personaggio che, oltre a essere il leader di una delle band più influenti della storia del rock è anche pilota di linea per una compagnia aerea, imprenditore, speaker motivazionale, produttore di birra, scrittore, deejay radiofonico, sceneggiatore per il cinema e anche campione di scherma a livello internazionale.

Oltre 400 pagine per le imprese esplosive della sua eccentrica infanzia inglese, il folgorante successo con gli Iron Maiden, la sua filosofia della scherma e l’esaltante esperienza come pilota di boeing, fino ad arrivare alla recente lotta contro il cancro.

The Space Cinema: Francesco Grandinetti nuovo CFO e Deputy Managing Director

The Space Cinema: Francesco Grandinetti nuovo CFO e Deputy Managing Director

The Space Cinema: Francesco Grandinetti nuovo CFO e Deputy Managing DirectorNuovo incarico per Francesco Grandinetti, già CFO di The Space Cinema, circuito presente in Italia con 36 multisala e 362 schermi in totale. Vue International ha infatti annunciato oggi la nomina di Grandinetti a CFO e Deputy Managing Director, come riconoscimento per il ruolo ricoperto finora e per l’importante contributo dato alla crescita di The Space Cinema in questi anni.

“La sua dedizione in The Space Cinema e Vue International nel corso degli anni sono note da tempo in tutto il settore e riconosciute dall’intera nostra industry – ha commentato Toby Bradon, Managing Director di The Space CinemaIl suo supporto, inoltre, ci ha permesso di portare avanti lo sviluppo del circuito e ci consente tuttora di poter confidare in una ulteriore crescita. A nome di tutta The Space Cinema e Vue International voglio congratularmi con Francesco per il meritato riconoscimento e rivolgergli i migliori auguri per il nuovo incarico.”

Grandinetti, che ha ricoperto un ruolo centrale nello sviluppo di Warner Village Cinemas in Italia, ha all’attivo vent’anni di esperienza nell’industria dell’esercizio cinematografico, con competenze in Corporate Finance, Business Development, Legal e Real Estate.

Voglio prima di tutto ringraziare i colleghi di Vue International e di The Space Cinema per avere sempre sostenuto il mio lavoro in questi anni – ha dichiarato GrandinettiLavorare in questo settore mi ha sempre dato grande soddisfazione ed è così tuttora. Abbiamo un solido piano di investimenti per l’Italia, volto a garantire una crescita continua del nostro circuito con l’obiettivo di rendere The Space Cinema la migliore scelta per l’intrattenimento cinematografico in Italia.

Toby Bradon è il nuovo Managing Director di The Space Cinema

Toby Bradon è il nuovo Managing Director di The Space Cinema

A SPENCER & LEWIS LE PR & MEDIA RELATIONS DI THE SPACE CINEMA 1Vue International ha annunciato la nomina di Toby Bradon (41 anni) come Managing Director di The Space Cinema (TSC), circuito presente in Italia con 36 multiplex, per un totale di 362 sale.

Bradon approda in TSC direttamente dalla sede londinese di Vue International, dove ha ricoperto il ruolo di Direttore Esecutivo per lo sviluppo strategico e aziendale. In tale veste, Bradon ha collaborato con il senior management di tutti i territori in cui è presente Vue, lavorando a stretto contatto con il team di TSC per elaborare i piani orientati alla crescita dell’azienda. Inoltre ha supervisionato le attività di pricing di Vue e si è occupato dei progetti strategici all’interno dell’azienda. Ora Bradon avrà la responsabilità di condurre a buon fine una serie di investimenti e sviluppi importanti, pensati per migliorare l’esperienza degli spettatori nei cinema TSC: tra questi rientrano il lancio delle poltrone Recliner di Vue, le migliori attualmente sul mercato; lo sviluppo dell’offerta Retail con nuovi prodotti e servizi e, infine, l’introduzione del sistema operativo Vista all’interno del circuito. Bradon punterà a cogliere tutte le opportunità possibili per ampliare il circuito TSC, anche tramite acquisizioni sul territorio nazionale. Proseguirà, inoltre, il lavoro già avviato insieme ad altri operatori leader del settore in Italia, a supporto dello sviluppo di strategie che incrementino il numero di ingressi nei cinema italiani per tutto l’anno, a vantaggio dell’intero mercato.

Prima del suo arrivo presso Vue International, nel 2009, Bradon ha lavorato per le società di consulenza manageriale AT Kearney e McKinsey & Company.

È un piacere per me annunciare la nomina di Bradon come nuovo Managing Director in Italia – ha commentato Steve Knibbs, Chief Operating Officer di Vue International È sempre molto gratificante coltivare i talenti all’interno dell’azienda e Bradon è un ottimo esempio del nostro impegno in questa direzione. Capisce perfettamente la filosofia aziendale, avendo rivestito un ruolo chiave nello sviluppo della nostra strategia quando occupava la precedente posizione. The Space Cinema può contare su un team davvero formidabile, perciò confido che assisteremo a un periodo di crescita sotto la guida lungimirante di Bradon.Toby Bradon è il nuovo Managing Director di The Space Cinema

Sono davvero entusiasta e non vedo l’ora di lavorare con le persone estremamente preparate e talentuose che danno vita a The Space Cinema – ha dichiarato Toby BradonApprezzo molto l’opportunità che mi è stata data, di sviluppare ulteriormente un’azienda già tanto importante, e che spero di rendere la migliore scelta per gli spettatori italiani.

Bradon ha esordito ufficialmente come Managing Director di The Space Cinema l’8 gennaio.

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza 2

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza

Il pubblico potrà assistere alla proiezione di Alien Director’s Cut e di una speciale anteprima di Alien: Covenant

 

A poche settimane dall’uscita del nuovo capitolo della saga creata da Ridley Scott, il The Space Cinema di Firenze apre le porte ai fan del noto alieno xenomorfo per celebrare l’Alien Day, una speciale ricorrenza che si terrà in tutto il mondo, toccando anche in altre cinque città italiane: .

Mercoledì 26 aprile, infatti, gli spettatori registrati su BadTaste.it potranno assistere al director’s cut del primo Alien (1979) in versione rimasterizzata, seguito da un video saluto del regista Ridley Scott, che introdurrà la proiezione di due scene di Alien: Covenant (per un totale di circa 20 minuti) in anteprima esclusiva.

Per l’occasione, inoltre, i fan in sala riceveranno un albo speciale di Alien edito da saldaPress.

‘Il permesso – 48 ore fuori’: Luca Argentero e Claudio Amendola in sala per salutare il pubblico di The Space

‘Il permesso - 48 ore fuori’: Luca Argentero e Claudio Amendola in sala per salutare il pubblico di The Space 1

‘Il permesso - 48 ore fuori’: Luca Argentero e Claudio Amendola in sala per salutare il pubblico di The Space 2

Doppio appuntamento con i due attori: in sala a Napoli il 31 marzo e a Roma l’1 aprile

 

Luca Argentero e Claudio Amendola incontreranno il pubblico di The Space Cinema in occasione dell’uscita di “Il permesso – 48 ore fuori”. I due attori saranno in sala a Napoli il 31 marzo, e al The Space Parco De Medici di Roma l’1 aprile. Entrambi gli spettacoli inizieranno alle 22.30.

Il noir, di cui Amendola è anche regista, uscirà nelle sale il 30 marzo. La vicenda narrata è quella di Luigi, Donato, Rossana e Angelo, tutti detenuti del Carcere di Civitavecchia, ognuno con un passato diverso alle spalle. Ai quattro vengono concesse 48 ore di permesso. Vendetta, redenzione, riscatto, amore: come decideranno di utilizzare questa breve occasione di libertà? E che mondo troveranno ad attederli?

Questa è la terza pellicola che vede Argentero e Amendola insieme sul set, dopo le precedenti esperienze in “Cha Cha Cha” di Marco Risi (2013) e “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo (2015).

Il film è stato scritto da Roberto Jannone e Giancarlo De Cataldo, autore di Romanzo Criminale e Suburra, e vede nel cast anche Giacomo Ferrara e Valentina Bellè. “Il permesso – 48 ore fuori” è la seconda prova alla regia per Claudio Amendola dopo “La mossa del pinguino” del 2013.

 

Regia: Claudio Amendola

Durata: 91 minuti

Genere: Noir, Drammatico

La Tartaruga Rossa: il nuovo lavoro dello Studio Ghibli al The Space Cinema

La Tartaruga Rossa: il nuovo lavoro dello studio Ghibli al The Space Cinema

La Tartaruga Rossa: il nuovo lavoro dello studio Ghibli  al The Space Cinema

La pellicola candidata agli Oscar 2017 come miglior film d’animazione
sarà nelle sale del circuito dal 27 al 29 marzo

 

In seguito a un naufragio, un uomo si ritrova da solo su un’isola deserta. Tenta più volte, disperatamente, di fuggire da quel luogo con una zattera, ma ogni volta una gigantesca tartaruga rossa gli sbarra la strada: da qui prende l’avvio La Tartaruga Rossa di Michaël Dudok de Wit, che dal 27 al 29 marzo farà parte dell’offerta Extra del circuito The Space Cinema.

Il film d’animazione nasce dalla collaborazione di più società di produzione, tra cui lo Studio Ghibli, celebre per aver prodotto molti delle opere di Hayao Miyazaki. Candidata agli Oscar come miglior film d’animazione 2017, la pellicola ha già ricevuto il premio speciale “Un Certain Regard” al Festival di Cannes 2016.

Attraverso questa vicenda, raccontata senza alcun dialogo, la pellicola di Dudok de Wit affronta temi profondi come il rapporto con se stessi e con l’ambiente, la creazione di una famiglia, la morte: in altre parole, una metafora silenziosa dell’esistenza umana.

 

Regia: Michaël Dudok de Wit
Durata: 80 minuti
Genere: Animazione

Le prevendite per gli spettacoli sono disponibili sull’app di The Space Cinema (sezione Extra), sul sito ufficiale e presso le casse del circuito.

Sogno di una notte di mezza estate: il balletto di Balanchine nelle sale The Space

Sogno di una notte di mezza estate: il balletto di Balanchine nelle sale The Space 1

Sogno di una notte di mezza estate: il balletto di Balanchine nelle sale The Space 2

In diretta da Parigi lo spettacolo del coreografo George Balanchine,
su musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, eseguito dal Balletto dell’Opéra di Parigi

Giovedì 23 marzo, in 15 sale del circuito The Space Cinema, va in scena Sogno di una notte di mezza estate. L’opera del coreografo George Balanchine, ispirata alla commedia di Shakespeare, sarà trasmessa in diretta satellitare dall’Opéra Bastille di Parigi.

Il balletto, su musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, è in scena dall’11 al 29 marzo ed è eseguito dal corpo di ballo del Balletto dell’Opéra di Parigi. Viene proposto con i costumi e le scene del noto fashion designer Christian Lacroix.

Eleonora Abbagnato interpreta Titania, la regina delle fate. L’Étoile è affiancata, fra gli altri, da Hugo Marchand (nel ruolo di Oberon, il re degli elfi), Fanny Gorse (Elena), Laëtitia Pujol (Ermia), Alessio Carbone (Lisandro), Audric Bezard (Demetrio), Alice Renavand (Ippolita) e Emmanuel Thibault (Puck).

 

Orario: 19.15. Durata: 2h (120 min) incluso un intervallo di 20 minuti.

Le prevendite per gli spettacoli sono disponibili sull’app di The Space Cinema (sezione Extra), sul sito ufficiale e presso le casse del circuito.

 

LISTA DELLE SALE THE SPACE CINEMA
The Space Cinema Beinasco (TO)
The Space Cinema Bologna
The Space Cinema Corciano (PG)
The Space Cinema Firenze
The Space Cinema Grosseto
The Space Cinema Limena (PD)
The Space Cinema Milano Odeon
The Space Cinema Napoli
The Space Cinema Parma Barilla Center
The Space Cinema Parma Campus
The Space Cinema Moderno Roma
The Space Cinema Parco de’ Medici Roma
The Space Cinema Silea (TV)
The Space Cinema Trieste
The Space Cinema Vimercate (MB)

La grande Opera in arrivo nelle sale The Space con ‘La forza del destino’ e ‘Il lago dei cigni’

La grande Opera in arrivo nelle sale The Space con ‘La forza del destino’ e ‘Il lago dei cigni’ 2

La grande Opera in arrivo nelle sale The Space con ‘La forza del destino’ e ‘Il lago dei cigni’ 3

Domani il melodramma di Verdi. Martedì 21 sarà proiettato il celebre balletto di Čajkovskij

Leonora e don Alvaro, Odette e Siegfried: due toccanti storie d’amore, accomunate da un destino avverso, che dalle tavole del palcoscenico arriveranno sugli schermi di The Space Cinema, all’interno dell’offerta Extra, per i prossimi due martedì.

Domani, infatti, sarà presente in programmazione La forza del destino, celebre melodramma di Giuseppe Verdi, prodotto dalla Bayerische Staatsoper e impreziosito dall’interpretazione di attori come Jonas Kaufmann e Anja Harteros. L’opera, ambientata nel Settecento tra Spagna e Italia, narra di due giovani amanti costretti da un involontario colpo di pistola a sfidare la forza impietosa del destino.

Seguirà il martedì successivo, 21 marzo, Il lago dei cigni di Pëtr Il’ič Čajkovskij, eseguito dal corpo di ballo della Royal Opera House. La storia, una delle più emozionanti tra quelle dei balletti romantici, è centrata sulla straziante vicenda della bella Odette, trasformata in cigno, e del suo amato Sigfried.

Le prevendite per gli spettacoli sono disponibili sull’app di The Space Cinema (sezione Extra), sul sito ufficiale e presso le casse del circuito.

Nelle sale The Space Cinema l’atteso ritorno di Yu-Gi-Oh!

Nelle sale The Space Cinema l’atteso ritorno di Yu-Gi-Oh! 4

Nelle sale The Space Cinema l’atteso ritorno di Yu-Gi-Oh! 5

L’offerta dei contenuti Extra si arricchisce con ‘Il Lato Oscuro delle Dimensioni’,
nuovo capitolo cinematografico della saga ispirata al manga di Kazuki Takahashi

Duelli epici, sfide mozzafiato, mostri e magie: è arrivato nelle sale The Space Cinema il film Yu-Gi-Oh! – Il Lato Oscuro delle Dimensioni, pellicola d’animazione ispirata alle vicende di Yugi Muto, Seto Kaiba e dei loro fedeli amici.

La storia narra di Yugi Muto e dei suoi amici Joey Wheeler, Tristan Taylor, Téa Gardner e Bakura, giunti all’ultimo anno di liceo. Intanto Seito Kaiba ha organizzato degli scavi per recuperare i pezzi del Millenium Puzzle, nella speranza di far rivivere l’anima del suo rivale Atem e aumentare il proprio punteggio. Gli scavi verranno però interrotti da Diva, che deciderà di sfidare Kaiba a Duel Monsters…

Arricchito da nuovi disegni e da una sceneggiatura firmata da Kazuki Takahashi, anche autore del manga, il film resterà in programma nel circuito The Space Cinema fino al 12 marzo.

Le prevendite per lo spettacolo sono disponibili sull’app di The Space Cinema (sezione Extra) sul sito ufficiale (qui disponibili anche orari e scheda) e presso le casse del circuito.

Cinema2Day: nelle sale The Space si rinnovano gli appuntamenti con il cinema a 2 euro

Bozza automatica 5

Cinema2Day: nelle sale The Space si rinnovano gli appuntamenti con il cinema a 2 euro

Dopo il successo dell’esordio, lo scorso settembre, l’iniziativa Cinema2Day torna anche nelle sale The Space Cinema per i prossimi tre mesi. Il progetto promosso dal MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali del Turismo (con la collaborazione di ANEM – Associazione Nazionale Esercenti Multiplex, ANICA – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali e ANEC – Associazione Nazionale Esercenti Cinema) si rivolge a tutti gli appassionati e darà la possibilità di scegliere quale film vedere tra quelli in programmazione nel secondo mercoledì del mese, pagando un biglietto da 2 euro.

La prima data da appuntare in agenda è la festa della donna: l’8 marzo in tutte le sale del circuito sarà possibile assistere alla proiezione di alcuni dei film più attesi di questi giorni come Logan – The Wolverine, Omicidio all’Italiana, Trainspotting 2 e Rosso Instanbul, il nuovo film del regista Ferzan Ozpetek. Tra i protagonisti del primo appuntamento con Cinema2Day anche Il Padre D’Italia, con Luca Marinelli e Isabella Ragonese, La Luce sugli Oceani con Michael Fassbender e Il Diritto di Contare, drammatico racconto della vita della scienziata afroamericana Katherine Johnson, titolo in gara agli Oscar 2017 con tre nomination, tra cui quella come Miglior Film. Cinema2Day tornerà a illuminare la primavera del grande schermo con altre due date in programma: 12 aprile e 10 maggio.

Sono esclusi dalla promozione solo i contenuti del programma The Space Extra. Per tutti gli altri film, invece, il biglietto da 2 euro può essere acquistato attraverso l’app ufficiale di The Space Cinema, sul sito o presso le casse del circuito. Per i film in 3D sarà possibile acquistare l’occhialino al costo di 1€.

#TrainspottingNight: in anteprima nelle sale The Space Cinema uno speciale appuntamento dedicato al film cult generazionale

#TrainspottingNight: in anteprima nelle sale The Space Cinema uno speciale appuntamento dedicato al film cult generazionale 1

#TrainspottingNight: in anteprima nelle sale The Space Cinema uno speciale appuntamento dedicato al film cult generazionale

Per celebrare l’attesissimo ritorno di Rent, Spud, Begbie e Sick Boy sul grande schermo, il 22 febbraio sarà proiettato in esclusiva Trainspotting e, a seguire, Trainspotting 2

Alla vigilia dell’uscita ufficiale del sequel (23 febbraio), The Space riporta al cinema le vite sregolate, il disagio generazionale e le rocambolesche giornate dei quattro giovani scozzesi protagonisti di Trainspotting, vero e proprio fenomeno cinematografico, tra i più celebri film del XX° secolo.

È ancora Danny Boyle a dirigere la reunion tra Ewan McGregor (Mark Renton), Robert Carlyle (Francis Begbie), Ewen Bremner (Spud) e Jonny Lee Miller (Sick Boy) per riprendere la storia da dove si era interrotta vent’anni fa: una rissa, un conto in sospeso e i buoni propositi di Rent che “sceglie la vita” un attimo prima dei titoli di coda.

La #TrainspottingNight (questo l’hashtag ufficiale per comunicare sui social in occasione dell’evento) prenderà il via alle 20:00 del 22 febbraio, quando sarà trasmesso in esclusiva per The Space Cinema il primo film del 1996 e successivamente, Trainspotting 2, tutto con un unico biglietto da 10,50€. È già possibile acquistare i ticket attraverso l’app ufficiale di The Space Cinema, sul sito (qui scheda e orari delle due proiezioni) o presso le casse del circuito.

L’Opera torna al cinema: il 22 febbraio nelle sale The Space si alza il sipario su ‘Un Ballo In Maschera’

L’Opera torna al cinema: il 22 febbraio nelle sale The Space si alza il sipario su ‘Un Ballo In Maschera’ 2

L’Opera torna al cinema: il 22 febbraio nelle sale The Space si alza il sipario su ‘Un Ballo In Maschera’

Il capolavoro verdiano è il prossimo appuntamento della rassegna Theatrum Mundi, kermesse teatrale che arricchisce l’offerta dei contenuti Extra di The Space Cinema

Atmosfera onirica e surreale, amore proibito, cospirazione e tradimento sono gli ingredienti di Un Ballo in Maschera, l’opera di Giuseppe Verdi che arriverà nelle sale del circuito The Space Cinema il prossimo 22 febbraio, con la produzione della Bayerische Staatsoper, registrata nel 2016 sotto la direzione del regista Johannes Erath e con due protagonisti d’eccezione come il soprano Anja Harteros e il tenore Piotr Beczala, diretti dal maestro Zubin Metha.

L’Opera torna al cinema: il 22 febbraio nelle sale The Space si alza il sipario su ‘Un Ballo In Maschera’ 1Tratta dal libretto del drammaturgo parigino Augustin Eugène Scribe, la storia è ambientata a Boston, alla fine del XVII secolo ed è ispirata ad un fatto realmente accaduto: Gustavo III, re di Svezia dal 1771 al 1792, fu ferito da un uomo di corte durante un ballo il 16 marzo, e morì pochi giorni dopo.

Le prevendite per lo spettacolo sono disponibili sull’app di The Space Cinema (sezione Extra) sul sito ufficiale (qui disponibili anche orari e scheda) e presso le casse del circuito.