Skip to main content

SKS365 RAFFORZA ULTERIORMENTE LE FUNZIONI LEGAL, COMPLIANCE E ANTIRICICLAGGIO NOMINANDO UN ORGANISMO DI VIGILANZA

SKS365

Il nuovo organismo di vigilanza sarà composto da quattro professionisti con comprovata esperienza nel settore legale, accademico e militare: Antonio Conte, Massimo Ignesti, Stefano Mele e Ranieri Razzante 

 

SKS365 conferma il suo costante impegno nel garantire legalità, responsabilità e rispetto delle norme sull’antiriciclaggio, al fine di assicurare ai consumatori un ambiente di gioco sicuro e trasparente. Pertanto, la Società è orgogliosa di annunciare ufficialmente il rafforzamento della sua struttura Legal, Compliance e AML con l’adozione di un modello organizzativo all’avanguardia ai sensi della legge 231/2001. Comporranno il nuovo organismo di vigilanza quattro professionisti con comprovata esperienza nel settore legale, accademico e militare: Antonio Conte, Massimo Ignesti, Stefano Mele e Ranieri Razzante.

Il team si muoverà di concerto con il dipartimento Legal & Compliance della Società, con attività autonoma di controllo e sorveglianza dell’operato aziendale all’interno e verso l’esterno.  SKS365, operatore internazionale leader in Italia nel settore gaming e betting grazie al brand Planetwin365, ha accuratamente selezionato i membri dell’organismo di vigilanza:

  • Il Presidente Massimo Ignesti, esperto di terrorismo internazionale ed ex Generale di Brigata dei Carabinieri, in passato al comando di numerose unità operative interne ed estere, ex Corporate Security Manager presso Eni con compiti primari di intelligence all’estero (specialmente in Africa) presso gli Organismi di Informazione e Sicurezza;
  • Il Vicepresidente Ranieri Razzante, docente, avvocato e studioso di diritto, Professore di Legislazione anticiriclaggio all’Università di Bologna, Direttore del Centro di Ricerca sulla Sicurezza ed il Terrorismo, Presidente dell’Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio e Consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e del Prefetto Antiracket e Antiusura;
  • Antonio Conte, Avvocato, già Presidente del Consiglio dell’Ordine di Roma;
  • Stefano Mele, Avvocato, esperto di cybersecurity, già membro del Consiglio Direttivo e Presidente della Commissione Sicurezza Cibernetica del Comitato Atlantico Italiano, oltre che Presidente del “Gruppo di lavoro sulla Cybersecurity” della Camera di Commercio americana in Italia (AmCham), nominato nel 2014 dalla NATO tra i Key Opinion Leaders for Cyberspace Security e da Forbes come uno dei 20 migliori Cyber Policy Experts al mondo.

Quattro profili con specializzazioni e competenze diverse, ma tutti funzionali all’operatività dell’Organismo di Vigilanza di SKS365 che, oltre i consueti compiti di controllo e verifica, si concentrerà particolarmente sulla sicurezza delle reti informatiche e dei flussi finanziari, sulla gestione integrata del rischio aziendale e su attività di prevenzione in materia di antiriciclaggio o potenziali illeciti all’interno di un settore, come quello del gioco, costantemente esposto al rischio di infiltrazioni criminose.

“SKS365 continua ad attrarre professionisti di alto profilo ed esperti riconosciuti. Il nostro organico costituisce certamente un vantaggio competitivo in questo mercato, sia sul fronte interno che su quello internazionale. Continuiamo a investire in compliance, gestione del rischio e attività di controllo, fondamentali in una società come SKS365. La compliance è infatti una leva competitiva e crea valore perché migliora reputazione e trasparenza dell’azienda e contemporaneamente riduce il rischio operativo, a beneficio di consumatori e risorse interne. Per noi è essenziale offrire un ambiente di gioco sicuro e trasparente per consentire agli utenti di divertirsi e condividere la passione per lo sport”

ha sottolineato il Chief Marketing Officer di SKS365 e Country Manager Italia Francesco Gaziano.

“SKS365 ha avviato da tempo un profondo rinnovamento del management e dei processi operativi. La nuova governance non è disposta a compromessi. Stiamo costruendo l’eccellenza nel settore”.

COMPLIANCE AZIENDALE: MAURIZIO BERNARDO NUOVO SENIOR STRATEGIC ADVISOR DI SKS365

SKS365

Ex Presidente della Commissione Finanze alla Camera e conoscitore esperto del settore gaming e betting, Bernardo va a rafforzare l’organico societario con il ruolo di consulente strategico

 

SKS365 ha ufficializzato l’ingresso di Maurizio Bernardo come nuovo Senior Strategic Advisor per l’Italia: assisterà la società a predisporre programmi di compliance in linea con le best practices internazionali, assumendo inoltre ruoli apicali nella governance del gruppo e curandone le relazioni con gli stakeholder.

Deputato al Parlamento nella XV, XVI e XVII legislatura, Bernardo è stato Presidente della 6ª Commissione Finanze della Camera dei Deputati. Lungo la sua carriera politica, durante la quale ha perfezionato esperienza e competenza nei settori gaming e betting – mercati in cui SKS365 opera con posizioni di vertice – Bernardo ha anche fatto parte del Governo Regionale della Lombardia, con il compito di gestire le Politiche Sociali e i Servizi di Pubblica Utilità.

Maurizio Bernardo è un asset per il gruppo”

ha commentato Bepi Pezzulli, General Legal Counsel di SKS365

“La sua figura sarà funzionale ad aggiungere competenza strategica all’azienda, attualmente impegnata in massicci investimenti per programmi di compliance e sistemi di governance. In questo senso, l’ingresso di Maurizio incrementa certamente la nostra capacità di produrre iniziative di responsabilità sociale d’impresa.

Oltre all’attività di consulente strategico, infatti, Bernardo prenderà parte allo sviluppo delle attività legate all’ambito CSR della società, che conferma il percorso di completo rinnovamento e ristrutturazione aziendale anche attraverso l’arruolamento di professionisti specializzati con l’obiettivo di perfezionare i temi e le attività di compliance, principale riferimento e filo conduttore della strategia di SKS365 fin dallo scorso 2018, come ribadito dal Country Manager della società, Francesco Gaziano:

Maurizio rafforza il nostro commitment sull’Italia, dove la scommessa sportiva è parte della cultura e dell’immaginario collettivo. Attribuire centralità al mercato italiano significa anche creare alti livelli occupazionali, oltre che assicurare gettito fiscale all’economia del Paese.