Skip to main content

Estate 2014: donne curvy regine per 8 italiani su 10

Estate 2014: donne curvy regine per 8 italiani su 10

jennie-runk-per-HM-costume-intero-nero-470x550Il 65% degli uomini individua le proporzioni perfette nel fisico della donna mediterranea.   

Fianchi prosperosi e forme ammiccanti hanno ammaliato i litorali del Belpaese popolando i sogni erotici del 78,9% degli italiani in spiaggia e, ancora di più, tra le lenzuola.

Ombrelloni e creme solari tornano in soffitta in quest’ultimo scorcio d’estate che volge al termine lasciandoci, tuttavia, con una certezza: gli italiani amano le curve. Non i tornanti dei circuiti di Formula 1 o della Moto GP, ma le morbide e prorompenti forme femminili che si sono avvicendate sulle spiagge italiane, conquistando il 78,9% dei favori maschili.

È quanto risulta dal sondaggio condotto da AshleyMadison.com, che conferma l’avanzata della Curvy Revolution: la rivincita delle donne formose divenute negli ultimi anni icone mondiali di bellezza e sensualità. Il popolare sito di incontri extraconiugali ha chiesto all’utenza maschile nostrana di esprimere la propria preferenza sul corpo femminile, per capire se anche per gli uomini “le dimensioni contano”. Il risultato premia le rotondità8 italiani su 10 sono attratti da corpi burrosi alla Scarlett Johansson Marylin Monroe più che dalle rigide e spigolose “taglie 38”.

Tramonta il mito del corpo perfetto, che esigeva un fisico longilineo e filiforme mantenuto a suon di diete ferree e costanti allenamenti in palestra; le attenzioni maschili sono tutte per coloro che non rinunciano ai piaceri della tavola, concedendosi talvolta qualche “peccato di gola”.

Si torna, dunque, ai canoni da anni ’60’70, quando a far girare la testa erano l’avvenente Edwige Fenech, la sensuale Sophia Loren e il sogno proibito Brigitte Bardot. A distanza di quasi mezzo secolo, le curvy tornano a far ribollire il sangue, diventando le regine incontrastate delle fantasie erotiche degli italiani.

Guardatevi intorno, dalla musica al cinema, fino alle passerelle di tutto il mondo: la donna ideale è prosperosa – afferma Noel Biderman, CEO di AshleyMadison.com – la fissazione per la linea e lo stereotipo del corpo asciutto e snello a tutti i costi, che per anni tv e spot hanno proposto e lodato, è stato cancellato da procaci décolleté e fianchi voluminosi che rappresentano l’apice della femminilità per molti uomini. È un fenomeno che non riguarda solo l’estate, quando tintarelle e bikini in bella mostra danno sicuramente una mano, ma tutto il resto dell’anno. L’importante è sentirsi bene con il proprio corpo, valorizzare le proprie forme con grazia ma senza risultare volgari, per il resto i numeri parlano chiaro: gli uomini preferiscono le curvy”.

Il motivo è presto detto: per il 33% degli uomini le “donne in carne” godono di una carica erotica molto più coinvolgente delle loro colleghe magre; il 27% è attratto dall’allegria e dalla spigliatezza che trasmette un fisico sinuoso; il 23%, invece, dice di sentirsi più a proprio agio con una donna che non ha paura di mostrare qualche chilo in più e riconosce che l’attrazione è tale da allontanare la cosiddetta ansia da prestazione, una volta in camera da letto. Per il restante 17% l’elemento chiave è il senso di abbondanza di un fisico “a clessidra” che accende l’istinto di conquista. Il 65% degli intervistati, inoltre, identifica le proporzioni perfette con il fisico mediterraneo di donne come le italiane Maria Grazia Cucinotta e Monica Bellucci, l’affascinante Penelope Cruz e la sexy segretaria della serie Mad MenChristina Rene Hendricks.

I membri di AshleyMadison.com si sono espressi votando anche le parti del corpo che per prime attirano l’attenzione in un fisico femminile esuberante. Un 28% a dir poco prevedibile perde la testa di fronte ad un seno grande e prosperoso. Sorprende invece il successivo 21%, che si dice rapito da un viso pieno e tondo, soprattutto se accoppiato a labbra morbide e carnose – avrà influito il recente successo di modelle come Crystal Renn, divenuta una delle icone curvy della fashion industry internazionale dopo un passato di anoressia, o Candice Huffine, ventinovenne americana che ha portato i suoi 90 chili sulle riviste di tutto il mondo, conquistandosi la presenza nello storico calendario Pirelli 2015.

Seguono, con il 20%, i fan del lato B alla Beyoncé o Jennifer Lopez, ma c’è anche un 17% che non resiste all’idea di poter afferrare i rotolini sexy sugli ampi fianchi delle donne curvy. Il 14% degli intervistati, infine, non resta indifferente quando incrocia la strada con un bel paio di gambe ben tornite.

Insomma, donne, pensateci due volte prima di correre in palestra a smaltire i chili di troppo accumulati durante le vacanze: pare che qualche rotolino e un po’ di pancetta si riveleranno armi di seduzione indispensabili per le vostre conquiste invernali. Alla faccia della prova costume.

 

Niko Kovač (Croazia) e Fabio Capello (Russia) gli allenatori più sexy dei mondiali

Niko Kovač (Croazia) e Fabio Capello (Russia) gli allenatori più sexy dei mondiali

Girl put her finger to her lips.Non convince lo charme d’oltralpe: l’ex juventino Deschamps è solo settimo

 Le italiane premiano anche i tedeschi Löw (Germania) e Klinsmann (Usa). Nella classifica, democratico quinto posto per il ct azzurro Cesare Prandelli

Gambe muscolose, pettorali scolpiti e corpi tatuati? No, grazie. Le donne italiane preferiscono il fascino del condottiero e danno i voti a chi le partite le gioca dalla panchina. Nel giorno dell’inaugurazione dei Mondiali brasiliani ci pensa AshleyMadison.com, popolare sito di incontri extraconiugali, a stilare la classifica degli allenatori più desiderati dal gentil sesso italico.

Classe ‘71, capelli lunghi e sguardo di ghiaccio: questo è il profilo dell’accattivante Niko Kovač, esordiente allenatore della Croazia, che ha letteralmente stregato il 21% delle donne italiane guadagnandosi la “coppa del mondo” dello charme. E se in patria è già un sex symbol – paragonato addirittura a James Bond – a livello internazionale si è rivelato unoutsider. I 14 anni di matrimonio con la bionda Kristina non bastano a spegnere la passione della platea femminile per il fulvo mister.

Non è abituato a perdere, ma deve accontentarsi della piazza d’onore Fabio Capello, che nella competizione iridata guiderà la Russia. Dall’alto dei suoi 68 anni, il tecnico friulano fa ancora sognare le donne e raccoglie il 18% dei consensi. Personalità forte ai limiti della presunzione, mascella pronunciata e nomea da burbero, Don Fabio è l’emblema dell’uomo di successo, ricco e affascinante. Il suo passato da allenatore di Milan, Juve e Roma, avrà influenzato le tifose tricolore?

Con il 15% delle preferenze, le utenti adulterine assegnano la medaglia di bronzo al commissario tecnico della nazionale tedesca Löw. Dietro lo stile impeccabile e l’apparenza da bel tenebroso Joachim nasconde, in realtà, un lato dolce che lo ha fatto diventare il cocco di Frau Merkel. Non a caso, in Germania è teneramente soprannominato Yoghi, anche per via della residenza nella Foresta Nera. Le donne tedesche impazziscono per il suo ciuffo nerissimo e le maniche della camicia sempre arrotolate. Evidentemente non sono le sole.

Da un tedesco all’altro, ecco Jürgen Klinsmann, selezionatore degli Stati Uniti. Le sue movenze ondeggianti e la rigogliosa capigliatura bionda ne hanno fatto un rubacuori, negli anni ’90, quando vestiva la maglia dell’Inter prima e della Sampdoria poi. Se la chioma ha subito una sforbiciata, non è così per il suo appeal: il 12% delle votanti si concederebbe volentieri una notte di passione con lui.

Democratico quinto posto per il cittì della nostra nazionale Cesare Prandelli, occhieggiato dall’11% delle italiane. Molto apprezzato per la sua eleganza, il quarantasettenne tecnico di Orzinuovi deve tutto al carattere morbido e all’aspetto da pater familias, l’ideale per chi preferisce il romanticismo alla trasgressione. Ci ha visto lungo la bella Novella Benini, sua compagna da circa quattro anni.

Non convince, nella classifica dei più desiderati, il fascino transalpino. Le donne del Belpaese relegano al sesto e settimo posto rispettivamente Sabri Lamouchi e Didier Deschampstombeurs des fammes dal passato calcistico italiano. L’ex giocatore francese di ParmaInter e Genoa, origini tunisine e fisico ancora da atleta, ottiene l’8% dei consensi. Mentre il selezionatore dei Bleus conquista il 7% delle preferenze, quasi tutte provenienti da Torino, dove evidentemente il brizzolato ex calciatore ed ex allenatore della Juventus ha lasciato un ottimo ricordo.

Ottava posizione per Carlos Queiroz, allenatore della cenerentola Iran. Aiutato dalla somiglianza con Julio Iglesiase soprannominato l’uomo con la valigia (sul letto?) per l’attitudine a girare le panchine del mondo, il portoghese seduce solo il 4% delle italiane. Meglio comunque del collega e connazionale Paulo Bento, tecnico del Portogallofermo al 3%.

In coda alle preferenze il mister del Belgio Marc Wilmots45 anni e un passato da politico. Solo un’italiana su cento sperimenterebbe l’ardore del Toro di Dongelberg.

Roma: contro stalking e violenze nasce lo sportello “Io Donna”

Roma: contro stalking e violenze nasce lo sportello “Io Donna”

stemma_romaPresentato a Ostia un servizio volto a fornire assistenza e appoggio alle donne che intenderanno avvalersene, con particolare riguardo alle più giovani.

Roma, 16 dicembre 2009 – In Italia il 31,9% delle donne è stata vittima di una violenza fisica o sessuale nel corso della vita: il 18,8% ha subito violenze fisiche, il 23,7% ha subito violenze sessuali di cui il 4,8% stupro o tentato stupro (un milione di donne). Il 5,4% delle donne di età compresa tra i 16 e i 70 anni è stata vittima di violenza nell’ultimo anno solare: tale percentuale corrisponde a 1.150.000 donne (Fonte: Ministero degli Interni). (altro…)