Skip to main content

BENI CULTURALI: FRANCESCHINI E RAVASI A CONFRONTO NEL FORUM DI URBAN VISION ED EARTH DAY ITALIA ‘..SE IL MONDO SALVERA’ LA BELLEZZA’

BENI CULTURALI: FRANCESCHINI E RAVASI A CONFRONTO NEL FORUM DI URBAN VISION ED EARTH DAY ITALIA ‘..SE IL MONDO SALVERA’ LA BELLEZZA’

Nuovo logo Urban Vision

con

logo_edi

De Marchi, Presidente di Urban Vision: “Il mecenatismo come impegno dei privati a sostegno della cultura è una preziosa opportunità da cogliere.”

Città del Vaticano, 21 maggio 2016 – “La bellezza è stata uno degli emblemi fondamentali della storia della cristianità e della chiesa cattolica. La bruttezza diventa, invece, mezzo di degenerazione morale e porta alla bruttura etica e sociale. La dimensione estetica dei beni culturali è importante per rafforzare la dimensione etica. Arte e fede autentiche sono sorelle tra di loro perché ‘l’arte non rappresenta il visibile, ma l’invisibile che è visibile’.

Con queste parole il Cardinal Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha aperto il Forum ‘..se il Mondo salverà la Bellezza’, tenutosi questa mattina presso la Chiesa di Santo Stefano degli Abissini in Vaticano. Al suo fianco, in veste di interlocutore istituzionale e protagonista dell’incontro, l’Onorevole Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e Del Turismo.

Ministro Franceschini e il Cardinal Ravasi
Il Cardinal Ravasi e il ministro Franceschini

L’Italia è l’unico Paese al mondo che riconosce la Bellezza tra i principi della costituzione – ha esordito FranceschiniLa nostra nuova sfida dovrà essere riuscire a vedere la Bellezza dove non si vede, come ad esempio in una zona di degrado, operando una riqualificazione per trasformarla in un luogo di vita. Per fare ciò, sarà necessario vedere con il cuore.”

Dalle introduzioni dei due protagonisti, oltre all’attenzione per le “periferie della Bellezza”, sono scaturite le riflessioni sulla necessità di sviluppare una cultura europea della Bellezza, sull’importanza di riavvicinare i giovani all’arte e sul potenziale insito nella collaborazione tra settore pubblico e privato per il recupero del patrimonio architettonico italiano.

Su quest’ultimo tema è intervenuto Gianluca De Marchi, Presidente di Urban Vision e organizzatore dell’evento insieme a Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia. Sottolineando la valenza st
rategica e funzionale del connubio tra pubblico e privato, De Marchi ha rivolto lo sguardo anche ai contesti che non godono di grande visibilità ma rappresentano un tesoro artistico per la comunità di riferimento.

Cardinal Ravasi e Gianluca De Marchi Presidente di Urban Vision
Il Cardinal Ravasi e Gianluca De Marchi Presidente di Urban Vision

Tutelare l’arte e la cultura italiana non vuol dire solo preservare l’identità e la memoria storica del Paese – ha commentato Gianluca De Marchi, Presidente di Urban Vision ma dare il via a un modello virtuoso di gestione, tutela e valorizzazione incentrato su un unico, grande valore di cui oggi abbiamo voluto essere orgogliosi portavoce: la Bellezza. Investire risorse private nella tutela del nostro patrimonio costituisce, in questo senso, un’opportunità per tutti: le Istituzioni possono trovare una solida sponda economica e un supporto concreto, mentre le imprese hanno la possibilità di rafforzare il proprio posizionamento tramite progetti virtuosi e di interesse comune. Nel portare avanti questo processo – conclude De Marchi – ci stiamo rivolgendo anche alla Rete, promuovendo la riqualificazione di opere d’arte meno visibili al grande pubblico che possono, tuttavia, raccogliere consensi online dagli utenti e dalle aziende, come corporate value moderno, consapevole e responsabile ma, soprattutto, utile.

La campagna sulla bellezza lanciata da Earth Day Italia ed Urban Vision in occasione del Giubileo – ha dichiarato Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italiavuole richiamare tutti all’urgenza di ritrovare il bello e il buono del nostro rapporto con la vita nelle sue infinite espressioni. Nell’anno della Misericordia giungere in Vaticano e affrontare temi così decisivi per la crescita culturale, umana ed economica del nostro Paese, vuole essere soprattutto un segno di speranza per le nuove generazioni che le richiami al nuovo proprio nel segno della Bellezza.

Cardinal Ravasi e Carla Fracci
Cardinal Ravasi e Carla Fracci

Nell’ultima parte del Forum si sono susseguiti i contributi e le testimonianze degli ospiti presenti per portare al pubblico la propria concezione del concetto di Bellezza, tra questi l’etoile Carla Fracci, l’attrice Monica Guerritore, il Soprintendente per i Beni Archeologici
di Pompei, Ercolano e Stabia, Massimo Osanna e il Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo, l’Onorevole Silvia Costa.

FRANCESCO CASTELLI VINCE IL CONCORSO FOTOGRAFICO PROMOSSO DA URBAN VISION PER CELEBRARE LA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

FRANCESCO CASTELLI VINCE IL CONCORSO FOTOGRAFICO PROMOSSO DA URBAN VISION PER CELEBRARE LA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA 1
Valeria Golino con il vincitore del concorso Francesco Castelli
Valeria Golino con il vincitore del concorso Francesco Castelli

Madrina d’eccezione del concorso, l’attrice e regista Valeria Golino: “Trasformiamo le nostre abitudini quotidiane in gesti d’amore per la Terra”

Roma, 20 aprile 2016823 fotografie candidate, 746.741 utenti coinvolti sulla fanpage ufficiale, 13.788 utenti attivi e 132.755 visualizzazioni sul sito dedicato all’iniziativa. In soli 29 giorni di concorso.

Sono  i numeri della prima edizione del concorso fotografico La Terra: un tesoro da custodire, progetto promosso da Urban Vision in collaborazione con Earth Day Italia che si è chiuso con la vittoria del romano Francesco Castelli, autore della foto “L’albero motore” (Qui il link alla fotografia vincitrice).

A premiare il cinquantottenne, durante l’evento tenutosi martedì pomeriggio nell’elegante cornice del MAXXI – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, l’attrice e regista Valeria Golino nelle vesti di madrina del concorso.

L’impegno ambientale deve partire da noi stessi, dalla trasformazione delle nostre abitudini quotidiane. Ci troviamo in un periodo di transizione – ha commentato la GolinoStiamo passando da uno stato di incompleta incoscienza green a un altro di graduale consapevolezza. La tutela dell’ambiente è impellente e riguarda tutti noi.

A Castelli vanno i 5.000€ del primo premio, mentre la sua fotografia sarà protagonis

L'albero motore - Francesco Castelli
La foto vincitrice – “Albero Motore” di Francesco Castelli

ta delle maxi affissioni offerte da Urban Vision ed esposte al pubblico nel centro di Roma e di Milano in occasione dell’Earth Day, il prossimo 22 aprile.

E’ un’immagine dal forte impatto visivo – ha spiegato il vincitore – racconta immediatamente l’importanza della salvaguardia del patrimonio boschivo. Ed è il perfetto esempio di come la Natura continuerà a vincere e ad esistere nonostante l’incuria dell’uomo.

La giuria, composta da esperti del mondo scientifico e giornalistico legato ad ambiente e a tematiche green, è stata presieduta dal maestro della fotografia Oliviero Toscani e ha decretato il vincitore del concorso valutandone i criteri di originalità, qualità, soggetto ritratto, attinenza al tema e messaggio annesso.

“Siamo entusiasti della risposta dei tantissimi che hanno accolto il nostro appello, è un segnale importante e non va lasciato inascoltato – ha commentato Gianluca De Marchi, Presidente di Urban Vision – Abbiamo ricevuto una varietà di immagini di altissima qualità che raccontano la sensibilità del pubblico e costituiscono un unico solenne inno alla Terra. Ringrazio Earth Day Italia e il Presidente Sassi per aver patrocinato con grande partecipazione questo progetto.”

Fotografi professionisti, appassionati dell’arte o amatori hanno preso parte al concorso lanciato lo scorso 18 marzo dalla società attiva nel settore dei restauri sponsorizzati e autrice di numerosi progetti di recupero architettonico e artistico del patrimonio culturale nazionale. Ciascun partecipante ha proposto, attraverso la fotografia, la propria idea di tesoro da custodire: dai panorami suggestivi alle meraviglie della natura, passando per i monumenti storici, opere d’arte, paesaggi cittadini e piccoli borghi troppe volte dimenticati. Personali visioni che insieme creano un unico mosaico dedicato alla celebrazione della Terra.

Earth Day Italia è stata al fianco di Urban Vision per diffondere, attraverso questa iniziativa, l’importanza della sensibilità ambientale – dichiara Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day ItaliaLe problematiche legate alla tutela del Pianeta sono entrate con forza nelle nostre case, iniziative come questa invitano alla partecipazione attiva del pubblico: si può amare la Terra cominciando dalla quotidianità. Siamo ancora in tempo per far sì che questi problemi non divengano irreversibili. Ricordando il detto caro a Papa Francesco: ‘Dio perdona sempre, l’uomo a volte, la Terra mai’.

Per vedere le dieci foto finaliste visitare il link: La Terra: un tesoro da custodire – Le finaliste

Le fotografie della cerimonia di premiazione sono disponibili al link: La Terra: un tesoro da custodire – Le fotografie della cerimonia al MAXXI

Tutte le fotografie partecipanti al concorso La Terra: un tesoro da custodire sono visibili su www.fotografalaterra.com