Skip to main content

Mkers entra nella storia dell’eSport italiano, divenendo il primo team nostrano di Rainbow Six Siege a qualificarsi al Six Invitational

Un successo storico quello consumatosi nella giornata di ieri: il team di Rainbow Six Siege di Mkers è riuscito nella straordinaria impresa di guadagnarsi un meritato posto al Six Invitational, la massima competizione mondiale del titolo targato Ubisoft, scrivendo una nuova pagina dell’eSport italiano

Roma, 21 dicembre 2020 – Un evento storico quello accaduto nel corso del weekend appena trascorso; una nuova, fondamentale, pagina dell’eSport italiano è stata scritta: il team Mkers di Rainbow Six Siege – per la prima volta in assoluto nel nostro paese – raggiunge il Six Invitational, la competizione mondiale più importante del Tactical Shooter firmato Ubisoft, a cui parteciperanno le venti squadre più forti del globo.

Un successo epocale per l’Italia e non solo, anche – e soprattutto – per le modalità con cui è avvenuto: mai nella storia della manifestazione, infatti, una squadra proveniente dalla tier 3 è riuscita a compiere una simile impresa, battendo, nel corso dell’incredibile scalata, top team internazionali. I Mkers, infatti, una volta arrivati ai quarti di finale – raggiunti a suon di vittorie nette – sono stati in grado di sconfiggere i Rogue, i Chaos, i Na’Vi e il team Tempra Esport, tutte squadre di caratura mondiale abituate a compere a questi livelli.

L’impresa, seguita con passione, trasporto e grande affetto da oltre 25.000 utenti, è stata possibile grazie ad un team fenomenale composto da cinque player tutti italiani, in grado di far sognare un settore intero, ovvero: Sasha “Sasha” Michelizzi, Luigi “Gemini” Ferrigno, Alessio “Aqui” Aquilano, Pietro “Scatto” Scattolin e Lorenzo “Lollo” Masuccio, a cui si aggiungono il team manager Alexander “Jaxa” Ramirez, il coach Matteo “Torok” Belotti e l’analyst Leonardo “Ablanz” Testa. Un vero dream team, che ora si giocherà le sue chance nel Six Invitational di febbraio: un torneo capace di catalizzare l’attenzione degli appassionati – con oltre 400.000 spettatori nell’ultima manifestazione – e di mettere a disposizione un faraonico montepremi di ben tre milioni di dollari. La loro partecipazione, inoltre, potrebbe concedere l’opportunità a Mkers di creare la propria skin personalizzata in game, la quale vestirà gli operatori che si sfideranno nella competizione.

Malgrado l’eccezionale traguardo ottenuto dalla squadra di Rainbow Six Siege, Mkers non è di certo nuova al raggiungimento delle massime competizioni dei titoli in cui compete: in passato, infatti, l’azienda ha presenziato ai mondiali di FIFA, MotoGP, StarCraft II e Tennis World Tour, segno che la società è sempre riuscita a calcare i più grandi palcoscenici internazionali. Proprio per questo, nel 2021 l’obiettivo sarà quello di proseguire su questa scia, colonizzando abitualmente le maggiori competizioni mondiali.

Un successo che ci riempie di orgoglio, ha dichiarato Diego Hicham Aazi, eSport Manager di MkersI ragazzi sono stati straordinari, hanno scritto, con grande merito, una bellissima pagina della storia dell’eSport italiano. Il traguardo ottenuto, però, non è di certo causale, ma frutto del duro lavoro iniziato più di tre anni fa, dove decidemmo di puntare tutto sull’integrità del gruppo, arrivando a creare una squadra forte, coesa e in grado di amalgamarsi perfettamente. Ma non solo: l’accesso al Six Invitational è stato possibile anche grazie a tutta la struttura che orbita intorno al gruppo squadra, composta dal team manager, il coach e l’analyst, i quali hanno fornito un contributo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivoOra non dobbiamo di certo fermarci qui, ha concluso Aazi, ci aspetta un duro allenamento in previsione del Six Invitational di febbraio che giocheremo dal vivoprobabilmente in unimportante capitale europea.

Mkers sceglie Marco Fresta come Direttore Creativo

L’azienda amplia la propria divisione identificando Marco Fresta come nuovo Direttore Creativo. Annunciata la collaborazione con i Van Orton Design per la produzione del materiale tecnico che vestirà i pro player della società

Roma, 17 dicembre 2020 – Mkers, nell’ottica di accrescere, sviluppare ed espandere il proprio organigramma, ha identificato una figura, con esperienza ventennale nel settore, per ricoprire il ruolo di Direttore CreativoMarco Fresta. Nel corso della sua longeva carriera, ha avuto l’opportunità di collaborare sia con grandi agenzie internazionali – come Publicis e Saatchi & Saatchi, giusto per citarne alcune – che con realtà indipendenti come il Gruppo Roncaglia. Tra gli innumerevoli lavori portati a termine durante il proprio percorso, è importante citare il primo e-commerce di autoveicoli al mondo realizzato per la casa automobilistica smart e il “4matic Adaptive book”, un progetto per Mercedes-Benz in partnership con Google in cui è stato ideato il primo libro in grado di adattarsi alle condizioni climatiche e ambientali nelle quali si trova il lettore.

Mkers, proseguendo la strategia di consolidamento della propria agenzia digital, sceglie un Direttore Creativo di caratura internazionale – tra i riconoscimenti, un argento a Cannes Lions, vari oro all’ADCI Awards, Eurobest, NC Awards per “Best Holistic Campaign” – con l’imprescindibile obiettivo di curare da un lato la comunicazione dei pro players, e dall’altro di costruire progetti creativi soprattutto performanti e misurabili per i brand. Questo grazie ad una strutturazione che contraddistingue la divisione interna della società romana, caratterizzata – oltre che dal Direttore Creativo al vertice – da varie figure professionali come Account Executive e Commerciali, Art Director, Project Manager, Social Media Strategist, Community Manager, Producer e Content Creator. Un vero unicum nel panorama eSportivo, che fa di Mkers la realtà maggiormente stratificata del settore nostrano.

Una delle prime partnership di livello internazionale curate da Marco Fresta riguarda l’accordo con i Van Orton Design, una delle realtà creative più rinomate nel design, – capace di collaborare con i top brand mondiali – per la produzione sia del materiale tecnico che vestirà i giocatori professionisti di Mkers in tutte le competizioni, che per la realizzazione di una capsule collection.

Ho scelto Mkers per la sua visione, ha dichiarato Marco Fresta, Neodirettore Creativo di MkersUna visione alla costante ricerca del “never before seen”, da veri precursori, attraverso cui innovare ed eccellere. Stiamo assistendo al tentativo di alcune agenzie di creare modelli per inserire la comunicazione degli eSport nei propri networkanche se ad oggi in maniera ancora acerba e marginaleMkers vuole essere la risposta: una realtà di professionisti con il background e le competenze necessarie per proporre progetti di comunicazione a 360 gradiLe prime due joint venture su cui abbiamo lavorato – ha concluso Fresta – riguardano non a caso due brand di rilevanza internazionale: l’AS Roma, per la quale è stata curata per prima cosa la creatività, produzione e post-produzione del video di presentazione del rinnovato team eSport, e la collaborazione con i Van Orton Design, con cui abbiamo un progetto che inizierà dalla jersey dei pro player per poi svilupparsi in una capsule formata da vari items.

Poter avere una persona del calibro di Marco Fresta a capo del team creativo è motivo di grande orgoglio, ha dichiarato Thomas De Gasperi, Presidente di MkersL’obiettivo di Mkers è quello di imporsi nel settore come una realtà polivalente, in grado di presidiare il mondo degli eSport nella sua totalità. Poterci presentare ai brand con una struttura consolidata, capace di rispondere alle esigenze creative e comunicative mediante soluzioni avveniristiche, rappresenta un plus fondamentale per lavorare con serietà e professionalità. Marco, grazie alla sua vasta e variegata esperienza, è l’uomo giusto per far compiere alla nostra divisione creativa un fondamentale step evolutivo.

L’AS Roma investe nel settore degli eSport in partnership con Mkers

L’AS Roma investe nel settore degli eSport in partnership con Mkers

L’accordo permetterà alla squadra capitolina di sviluppare ed espandere la propria divisione eSport con l’ambizioso obiettivo di partecipare a tutti gli eventi più rilevanti del gaming competitivo

L’AS Roma investe nel settore degli eSport in partnership con Mkers

Roma, 23 novembre 2020 – L’AS Roma, una delle società calcistiche più importanti in Italia, ha deciso di espandere la divisione eSport in collaborazione con Mkers, la più rilevante realtà nostrana dedicata al mondo del gaming competitivo, la quale vanta tra gli investitori principali proprio due romani, romanisti d’eccezione: l’ex calciatore della nazionale e della Roma Daniele De Rossi e l’attuale centrocampista del Paris Saint-Germain Alessandro Florenzi. L’unione delle parti nasce dall’importante obiettivo di sviluppare ed espandere la divisione eSport della squadra capitolina per il prossimo anno, costruendo un team di Pro Evolution Soccer dall’ottimo potenziale e in grado non soltanto di partecipare ai prossimi tornei di eFootball Pro ed eSerie A Championship, ma soprattutto di rappresentare il club romano in tutti gli eventi ufficiali targati Konami.

L’accordo tra l’AS Roma e Mkers, però, non si concretizzerà esclusivamente nell’edificazione di una squadra di alto tasso tecnico, ma si allargherà anche all’identificazione di un percorso strategico nel mondo del gaming competitivo, per studiare i migliori giochi da presidiare e colonizzare. A tutto ciò, si aggiungeranno anche le attività di organizzazione e gestione degli eventi sia fisici che online. Inoltre, la divisione creativa di Mkers, che opera come una vera digital agency focalizzata nel settore Gaming, si occuperà della creazione dei contenuti digitali.

“Il rapido sviluppo del mondo del gaming competitivo non ci ha mai lasciati indifferenti. Già nel 2017 – spiega Francesco Calvo, COO di AS Roma – il Club ha iniziato a investire in questo mercato e ora, grazie anche a questa partnership, puntiamo a espandere la nostra divisione eSports nell’ottica di rafforzamento ed espansione del brand attraverso la partecipazione agli eventi più importanti del settore.”

“L’accordo con una società del calibro dell’AS Roma ci permette di consolidare la nostra posizione nel settore degli eSport”, ha dichiarato Paolo Cisaria, co-founder di Mkers. “Il progetto nasce con l’intento reciproco di far bene sia in campo nazionale che internazionale, grazie alla partecipazione all’efootball Pro di PES e ad altre manifestazioni esportive su diversi titoli di gioco. È raro trovare un club che abbia il coraggio di investire concretamente nel settore e che vada oltre dei semplici scambi merce o partnership di sola visibilità”.

World Soccer Agency, di Alessandro Lucci, entra nel mondo degli eSport in collaborazione con Mkers

Per la prima volta nella storia dello sport italiano un’agenzia di consulenza sportiva apre una divisione interamente dedicata al gaming competitivo

Roma, 29 ottobre 2020 – World Soccer Agency di Alessandro Lucci, leader mondiale nella gestione di calciatori professionisti del calibro di Leonardo Bonucci, Alessandro Florenzi, Juan Cuadrado, Joaquín Correa, Aleksandar Kolarov, Daniele De Rossi e molti altri, aprirà una divisione completamente proiettata sul mondo degli eSport in collaborazione con Mkers, la più importante azienda nel ramo del gaming competitivo. La partnership tra le due entità nasce dallo scopo comune di supportare il sistema eSport e spingerlo ad evolversi, offrendo ai club calcistici di tutto il mondo un servizio di recruitment professionale di grande spessore e con esperienza decennale maturata sul campo.

Mkers, nell’ottica di avviare un costante processo di internazionalizzazione che porti l’azienda ad imporsi anche al di fuori dei confini nazionali, sceglie di legarsi ad una realtà di caratura mondiale, già impegnata da anni nella consulenza sportiva. Le due agenzie, quindi, offriranno ai club aiuto in attività di eSport scouting, si impegneranno a supportare le società nelle attività di eSport consultancy e assisteranno i pro player nel loro percorso di crescita professionale, curandone l’immagine e la comunicazione.

Gli eSport rappresentano il futuro dell’intrattenimento digitale, ha dichiarato Alessandro Lucci, founder di WSA, per questo crediamo sia fondamentale compiere un importante passo verso questo settore con l’ausilio di Mkers, la realtà più competente e strutturata nel panorama del gaming competitivo, con l’ambizioso obiettivo di costruire un sistema di management capace di scovare e lanciare giovani talenti in grado di competere nei principali campionati mondiali.

Come già da alcuni anni accade nei mercati esteri, finalmente anche in Italia la procura sportiva apre al mondo eSport, ha dichiarato Paolo Cisaria, co-founder di MkersLa figura del Pro Player, centrale all’interno dell’ecosistema e-sportivo, necessita sempre di più di una gestione manageriale professionalmente strutturata. È un passo importante per il nostro settore che sono certo crescerà ulteriormente grazie alla professionalità ed alla competenza di una agenzia prestigiosa come la WSA.

La forte volontà di Mkers di espandersi e rendersi appetibile in campo internazionale è evidente anche nella scrupolosa attenzione posta nella costruzione del proprio roster di FIFA 21, composto da ben tre giocatori situati nella top sedici della classifica mondiale del 2020. Il team, infatti, vanterà la presenza di Prinsipe, campione europeo nel torneo di FIFA Ultimate Team del 2017, Oliboli7, vincitore della eAllsvenskan 2020 e al vertice della prima classifica settimanale di FIFA 21, EthxnH, collocatosi dodicesimo nella classifica mondiale del 2020, ed il giovane emergente di grandi prospettive Hartixel.

Tutta la squadra, allenandosi secondo i principi cardine dell’azienda e nel rispetto imprescindibile della salute, avrà l’obiettivo di competere nei grandi campionati europei, come la ePremier Leaguela Liga eSportla eSerie A, tentando di raggiungere prestigiosi traguardi.

Mkers affida la comunicazione a Spencer Lewis

Mkers affida la comunicazione a Spencer Lewis 1

Mkers affida la comunicazione a Spencer Lewis

L’azienda di eSport per i videogiocatori professionisti sceglie la Creative PR House per la gestione di comunicazione e Media Relations

Spencer & Lewis, la Creative PR House, associata a PRHUB di UNA (Aziende della Comunicazione Unite) e a UNINDUSTRIA, rafforza la propria posizione nell’ambito dell’entertainment, aggiudicandosi la comunicazione e le Media Relations di Mkers (Mkers Srl), la società italiana di maggior successo nel settore degli eSport. Spencer & Lewis si occuperà della comunicazione corporate e delle attività di ufficio stampa e pubbliche relazioni, puntando a consolidare la reputazione dell’azienda in Italia.

Mkers, nata a febbraio 2017 ed evolutasi grazie alla partecipazione di due grandi investitori come Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi, si è prefissata l’obiettivo di creare un vero e proprio star system, ponendo al centro del progetto la figura del Pro Player e la sua realizzazione professionale. La società possiede all’attivo ben quarantatré players, provenienti da otto nazionalità differenti e specializzati in tutti i prodotti di maggior successo del panorama videoludico, in grado di vincere numerosi premi internazionali, tra i quali spiccano un campionato europeo di FIFA e un mondiale di MotoGP. Mkers – oltre all’ambito competitivo – con il supporto delle divisioni Agency e Lifestyle, si occupa della gestione di eventi online ed offline, della pianificazione delle campagne di Influencer Marketing e di Talent Management, oltre che dell’amplificazione delle relazioni con tutti i mondi complementari al gaming per la gestione del merchandising.

Attraverso una comunicazione integrata e focalizzata sulle Media Relations, sia stampa che radiotelevisive, Mkers punta ad accresce la conoscenza delle proprie attività nel mercato eSport. “I videogiochi sono un fenomeno sociale e culturale”, ha dichiarato Massimo Romano, CEO di Spencer & Lewis. La loro grande diffusione coincide anche con il costante sviluppo degli eSport, che simboleggiano l’ultima frontiera del divertimento digitale, in grado di appassionare milioni di videogiocatori in tutto il mondo. Mkers è la realtà più importante e consolidata nella sfera del gaming competitivo, e siamo orgogliosi di poter contribuire alla comunicazione di un settore esponenzialmente in crescita, capace di mostrare una prospettiva differente del videogioco, maggiormente votata al professionismo e all’apprendimento.

La crescita dell’azienda passa anche da partnership di questo tipo, volte a intensificare la nostra comunicazione e visibilità sui media, afferma Paolo Cisaria, General Manager & CRO di Mkers. Affidarsi a professionisti della comunicazione – con grande esperienza sul settore videoludico – ci offre prospettive stimolanti e opportunità innovative di divulgazione, che potranno contribuire sensibilmente allo sviluppo di Mkers sotto ogni punto di vista. La collaborazione con Spencer & Lewis ci consente di comunicare al meglio gli elementi caratteristici della nostra realtà, garantendoci supporto strategico in tutti i prossimi passi che compiremo d’ora in avanti.

I giochi tornano a Roma

I giochi tornano a Roma

Nasce la prima gaming house di Roma, un luogo esclusivo, tecnologicamente all’avanguardia e pensato come base operativa per pro player e creator

I giochi tornano a Roma

Roma, 22 marzo 2020 – Mkers annuncia la nascita della prima Gaming House di Roma, collocata in un contesto storico unico nel suo genere, tra i Fori Imperiali, il Colosseo e il Circo Massimo, in una location dal fascino impareggiabile.

La Gaming House sarà il punto di riferimento esclusivo per i giocatori professionisti, dove avranno l’opportunità di allenarsi, studiare le migliori strategie per le competizioni più importanti e rilassarsi. Allo stesso tempo si propone come vero e proprio Media Center, nel quale far nascere contenuti digitali originali sviluppati dai content creator.

La tecnologia sarà protagonista indiscussa grazie al fondamentale contributo di SMI Technologies & Consulting, azienda leader nella distribuzione di servizi nel settore IT, permettendo agli ospiti della casa di poter godere di esperienze su tutte le piattaforme di gioco di ultima generazione.

Il design dell’arredo, curato in ogni suo piccolo dettaglio, sottolineerà le diverse aree della casa: zona team bootcamp, analisi & coachinigstreaming, sim racing e console. Ciliegina sulla torta un grandissimo loft dedicato al relax, soggiorno e cucina attrezzata con giardino d’inverno.

L’avvento della Gaming House rappresenta un traguardo di straordinaria importanza, ha dichiarato Thomas De Gasperi, Presidente di MkersAbbiamo concepito una struttura all’avanguardia, nel pieno centro storico di Roma. Siamo assolutamente certi che, con la sua apertura entro la primavera, riusciremo a compiere un importante step evolutivo che ci permetterà di essere più competitivi che mai.

Maurizio Quintavalle è il nuovo Direttore Marketing di Mkers

L’azienda prosegue nel proprio percorso di crescita e sviluppo interno inserendo nell’organigramma Maurizio Quintavalle, Neodirettore Marketing

Roma, 3 marzo 2020 – Per raggiungere ambiziosi obiettivi è necessario costruire una struttura interna che riesca a massimizzare gli sforzi produttivi: proprio per questo Mkers, proseguendo spedita nel proprio percorso di crescita e perfezionamento dell’organigramma interno, è orgogliosa di annunciare Maurizio Quintavalle come nuovo Direttore Marketing. Durante la sua carriera, Maurizio ha trascorso oltre tredici anni nel mondo del gaming, ricoprendo il ruolo di Online Marketing Manager presso PlayStation Italia, occupandosi della comunicazione e dei servizi digitali e curando le revenue del PlayStation Store.

Ma non solo: nel corso degli anni trascorsi in PlayStation, ha anche svolto il ruolo di New Business Manager, dirigendo il lancio di servizi streaming sulle console Sony del calibro di Netflix, Mediaset Infinity e Now TV, ed infine Hardware Manager, gestendo il lancio di prodotti di fondamentale importanza per l’ecosistema del colosso giapponese, come PS4 Pro e PS VR. Conclusa la parentesi nell’ambito videoludico, Quintavalle ha arricchito il proprio portfolio lavorando per centri media e concessionarie ADV attive nel mondo del travel e del food.

Maurizio Quintavalle, insomma, dall’alto della sua sconfinata esperienza nell’ambito videoludico e non solo, supporterà Mkers nel trovare nuovi partner con cui collaborare, nel dettare tutte quelle strategie in grado di far compiere all’azienda un ulteriore step evolutivo capace di proiettare la realtà ai vertici del settore nostrano e internazionale.

Gli eSport sono ormai un vero e proprio fenomeno di massa, ha dichiarato Maurizio Quintavalle, Neodirettore Marketing di MkersIl settore è in continua espansione e indubbiamente Mkers rappresenta il fiore all’occhiello del panorama competitivo italiano. Il mio obiettivo sarà quello di provare a rendere sia la nostra realtà che in generale il mondo degli eSport un vero e proprio media attraverso cui i brand possono intercettare un target di appassionati. Questo sarà possibile solo mediante un team di professionisti in grado di comprendere le esigenze degli investitori e di trovare risposte concrete, e credo che Mkers sia la realtà perfetta per operare in questa direzione.

Siamo orgogliosi di poter annoverare nel nostro team una persona dell’esperienza e competenza di Maurizio Quintavalle, ha dichiarato Paolo Cisaria, Co-founder di Mkers. Ormai la nostra divisione Agency è pronta ad affrontare le sfide più ambiziose e che soprattutto sia sinonimo di qualità, in grado di proiettare Mkers come una realtà di vera eccellenza del settore a livello internazionale. Maurizio, grazie al suo approccio analitico , rappresenta l’uomo giusto al posto giusto, in grado di restituire valore misurabile ai nostri Partners.

 

Mkers è campione della FIFA eClub World Cup

Mkers è campione della FIFA eClub World Cup

A seguito del grandioso percorso che aveva condotto il team alla finale del campionato del mondo, Mkers è riuscita a trionfare e a divenire il primo team italiano della storia a vincere la FIFA eClub World Cup

Mkers è campione della FIFA eClub World Cup

Roma, 1° marzo 2020 – Per l’ennesima volta ci troviamo qui a descrive un nuovo, straordinario obiettivo raggiunto da Mkers: il team, infatti, è riuscito in un’impresa che sicuramente troverà spazio sui libri di storia dell’eSport italiano, divenendo ufficialmente il primo club nostrano a vincere il torneo di punta per tutti i club del mondo in ambito calcistico, l’eClub World Cup. Un altro incredibile traguardo da inserire nell’eccezionale palmarès dell’azienda, la quale – dopo aver raggiunto il Six Invitational con la divisione di Rainbow Six Siege, le fasi finali della eChampions League e aver vinto le Global Series con Oliboli7, giusto per citare le vittorie più recenti, – ha coronato anni di duro lavoro con un successo in grado di proiettarla nell’olimpo del gaming eClub competitivo italiano.

Il risultato aveva assunto la connotazione dell’impresa già dopo l’impressionante percorso capace di condurre il team in finale, grazie al superamento prima delle prequalificazioni e dei gironi della zona europea, e successivamente dei grandi risultati ottenuti nel proprio raggruppamento delle migliori 14 squadre della manifestazione, nel quale si era confrontata con team del calibro di Monza, Astralis, Shalke 04, Movistariders, Wista All in Games e MM Gaming club. Battendo Zeta Gaming, e uscendo vittoriosa dalla sfida al cardiopalma contro lo Shalke 04, però, la posta in palio – d’improvviso – si era trasformata in un appuntamento con la storia, che Mkers non ha fallito.

Il match clou, infatti, si è giocato contro i campioni degli Astralis – aventi come main sponsor Audi e celebri per essere stati nel 2019 la prima squadra eSportiva quotata in borsa con una valutazione di ben 75 milioni di dollari durante la sua offerta pubblica iniziale al mercato nordico Nasdaq – già affrontati nelle fasi precedenti della manifestazione. La finale prevedeva una serie di sfide al meglio delle cinque, in cui avrebbe vinto il team in grado di anellare ben tre vittorie. Tutto lasciava presagire il peggio: nel corso dei primi match, infatti, Prinsipe ha subito il talento di Ustun, uno dei player più forti e aggressivi del momento, prendendo ben quattro goal e non riuscendo mai ad insaccare la rete. Stessa sorte è toccata a Oliboli7, il quale è dovuto soccombere per la prima volta in tutto il torneo ad opera di Agge, giocatore storico di FIFA, per 3 a 2.

La situazione era critica: un’altra sconfitta avrebbe simboleggiato l’uscita dal torneo e l’addio ai sogni di gloria. Una delle caratteristiche di Mkers, però, è quella di non arrendersi mai, e proprio nel momento di maggior difficoltà la squadra è riuscita a riemergere e ad inanellare prestazioni semplicemente straordinarie: da un lato, infatti, Prinsipe, con una partita perfetta, è riuscito a battere Ustun 3 a 2, sfruttando ogni opportunità e difendendo graniticamente il risultato; dall’altro, Oliboli7 è stato in grado di rispondere alla prima sconfitta dominando nella seconda partita e battendo Agge 4 a 1.

Il terzo e ultimo match si era concluso inizialmente con un combattuto 2 a 2, con l’obbligo di giocarsela ai rigori, da sempre vero tallone d’Achille di Daniele Paolucci. Era scritto nel destino, però, che questa sarebbe dovuta essere la giornata di Mkers: con astuzia e invidiabile freddezza Prinsipe è riuscito nell’impresa, consegnando lo storico titolo alla sua squadra.

Un risultato, questo, che riflette il grandissimo lavoro di squadra svolto durante tutto il torneo, grazie allo studio certosino degli avversari e al fondamentale apporto sia dello staff che dei giocatori di Mkers.

Ora l’obiettivo è di continuare così, verso nuovi, storici e ambiziosi traguardi!