Skip to main content

“Dialoghi sulla Costituzione”: a Firenze il confronto su Cultura e ricerca

dialoghi-sulla-costituzione-firenze-ricerca-2

dialoghi-sulla-costituzione-firenze-ricerca-2

In occasione del 70° Anniversario della Costituzione, la Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con gli Editori Laterza invita studenti e cittadini a prender parte al dialogo sulla Carta Costituzionale

Firenze, 18 maggio 2018 – Si terrà il 21 maggio il nono appuntamento con i “Dialoghi sulla Costituzione”, ciclo di dodici lezioni sviluppato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con gli Editori Laterza, nell’ambito del progetto “Il Viaggio della Costituzione”.

Gli incontri accompagnano la Carta Costituzionale nelle dodici città italiane che ne ospitano la mostra itinerante. Sono strutturati nella forma di dialogo tra un giurista e un ricercatore di altra materia, e coordinati da un giornalista.

Presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, alle ore 16.30, si confronteranno Michele Ainis, Costituzionalista e ordinario di Istituzioni di diritto pubblico all’Università degli Studi Roma Tre e Raffaella Schneider, Professoressa associata di Fisica all’Università di Roma La Sapienza, coordinati da Giorgio Zanchini, giornalista, conduttore del programma radiofonico “Radio anch’io” di Rai Radio 1. Ad introdurre la Vicesindaca e Assessora all’Educazione, Università e Ricerca del Comune di Firenze Cristina Giachi. Presenzierà per illustrare l’iniziativa Giuseppe Laterza.
Il dibattito sarà incentrato sul tema “Cultura e ricerca”, in riferimento all’articolo nove della Costituzione. A ciascuna delle città sono associati, infatti, uno dei principi fondamentali e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di dialogo utili a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale. In apertura dell’incontro sarà proiettato un filmato realizzato da Rai 3 per i “Dialoghi sulla Costituzione”.

Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.

“Il Viaggio della Costituzione” arriva a Firenze

viaggio-della-costituzione

La mostra itinerante “Il Viaggio della Costituzione”, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione dei 70 anni della Carta Costituzionale, fa tappa nel capoluogo toscano fino al 23 maggio

viaggio-della-costituzione-firenze-2

Firenze, 11 maggio 2018 – Arriva a Firenze “Il Viaggio della Costituzione”: la mostra itinerante che celebra il settantesimo compleanno della Carta Costituzionale sarà ospitata presso la Sala Wanda Pasquini (ex Sala delle Vetrate) del MIP – Murate Idea Park, dall’11 al 23 maggio. Il progetto è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.
La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi, alla presenza della Vicesindaca e Assessora all’Educazione, Università e Ricerca del Comune di Firenze Cristiana Giachi, e del Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale Andrea Mancinelli. La tappa di Firenze, la nona, è dedicata all’articolo 9 della Costituzione

“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”

– e introduce un’occasione di dialogo sul tema “Cultura e ricerca”.

“Firenze accoglie la tappa del Viaggio della Costituzione dedicata all’Articolo 9. Una scelta non casuale – dichiara Andrea Mancinelli, Direttore Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli anniversari di interesse nazionale – Firenze è infatti una città particolarmente emblematica e rappresentativa del talento, del genio e della creatività italiani, grazie alla straordinaria ricchezza artistica, culturale e storica di cui è custode e che continua ad alimentare. Qui riflettiamo oggi sull’importanza di conoscere e sostenere attivamente e con piena coscienza civile la cultura, la ricerca ed il patrimonio artistico e paesaggistico dell’intera nostra Nazione”.

A ciascuna delle città del progetto è associato uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere un confronto utile a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale.
“Si tratta di un’iniziativa per passare dal formale rispetto della nostra Carta fondamentale alla diffusione di una conoscenza più ravvicinata che deve riguardare, soprattutto, i più giovani – ha sottolineato la Vicesindaca e Assessora all’educazione Cristina Giachi – Non si tratta di fare in modo che i nostri ragazzi imparino a pappagallo una serie di norme. É invece necessario che studiando la Costituzione possano riflettere, in maniera adeguata, sul fatto che queste Carte rappresentano uno dei momenti più importanti della storia delle comunità civiche: quello nel quale si risolvono i problemi della convivenza all’interno degli Stati, disciplinando le aspirazioni e i meccanismi di decisione collettiva; e soprattutto individuando i valori e i principi cui debbono ispirarsi”.

La mostra itinerante sulla Costituzione, a ingresso libero, è arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Carta Costituzionale con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti. A Firenze la mostra sarà visitabile tutti i giorni, dalle 9 alle 18 fino al 23 maggio, con unica eccezione dell’11 maggio con apertura dalle 14 alle 18. Il tema “Cultura e ricerca”, associato a questa nona tappa, sarà approfondito il 21 maggio, alle ore 16.30, presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, all’interno dell’incontro dei “Dialoghi sulla Costituzione” a cura di Editori Laterza.
Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza. Al termine della tappa, la Costituzione proseguirà il suo viaggio verso le città di Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza 2

A Firenze il The Space Cinema festeggia l’Alien Day insieme ai fan della saga di fantascienza

Il pubblico potrà assistere alla proiezione di Alien Director’s Cut e di una speciale anteprima di Alien: Covenant

 

A poche settimane dall’uscita del nuovo capitolo della saga creata da Ridley Scott, il The Space Cinema di Firenze apre le porte ai fan del noto alieno xenomorfo per celebrare l’Alien Day, una speciale ricorrenza che si terrà in tutto il mondo, toccando anche in altre cinque città italiane: .

Mercoledì 26 aprile, infatti, gli spettatori registrati su BadTaste.it potranno assistere al director’s cut del primo Alien (1979) in versione rimasterizzata, seguito da un video saluto del regista Ridley Scott, che introdurrà la proiezione di due scene di Alien: Covenant (per un totale di circa 20 minuti) in anteprima esclusiva.

Per l’occasione, inoltre, i fan in sala riceveranno un albo speciale di Alien edito da saldaPress.

Milano, Roma e Torino le città del tradimento

Milano, Roma e Torino le città del tradimento

Mappa del tradimento 2015Caldo record a Milano, nella prima metà del 2015, dove sono state sfiorate temperature bollenti accompagnate da perturbazioni che hanno interessato tutta l’area coniugale. Se abitate in via Torino date una sbirciatina all’agenda del vostro partner, siete nella zona dove si tradisce di più e quei meeting fino a tarda ora potrebbero risultare sospetti.

I meteorologi dell’infedeltà di AshleyMadison.com prevedono, per i prossimi mesi, nuove ondate di libertinaggio con rovesci adulterini su tutta la penisola. A Torino la colonnina del tradimento si è fermata al terzo posto della classifica delle città più hot d’Italia con l’8,6% dei membri. Matrimoni a rischio anche a Crotone (7,9%), Firenze (7,2%) e Marsala (6,5%): nelle tre realtà, new entries assolute, cresce dunque il desiderio di avventura. Non cedono, invece, alle tentazioni gli emiliani: a Bologna il numero dei fedifraghi online registra solo il 4,1%.

Se il sole mediterraneo ha contribuito, negli anni passati, a riscaldare gli animi partenopei, negli ultimi 6 mesi la città ha subito un importante calo dei tradimenti: gli iscritti napoletani ad AshleyMadison.com scendono dal quarto al settimo posto riscoprendo, forse, il gusto dell’unione matrimoniale.

Sul capoluogo meneghino, che sorpassa per la prima volta la Capitale conquistando il primato di città ‘bollente’, si è abbattuto un importante ciclone extraconiugale – spiega Noel Biderman, Presidente e Fondatore di AshleyMadison.com  – Gli iscritti milanesi sono diventati in breve tempo  il 9,8% dell’utenza totale contro il 9,1% di Roma”.

In questa toponomastica dell’infedeltà cittadina, la più alta concentrazione di click si registra nel centro cittadino di Milano con il 14,7% di iscritti che si connette da quest’area. È quindi dal cuore, tra il  Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele, il Teatro alla Scala e le boutique, i ristoranti e i caffè che i milanesi, tra una pausa e una riunione, si concedono le trasgressioni virtuali.

A sorpresa, al secondo posto di questa pruriginosa classifica, si piazza la zona del Gallaratese con l’11,3% seguita a ruota da Porta Garibaldi 10,8%. Al quarto posto c’è Crescenzago con l’8,7%, con San Siro (8,3%) e Forlanini (6,6%) subito dietro. Scottano meno Barona (6,1%), la zona di Lambrate (5,9%) e Gratosoglio (4,7&), mentre il fanalino di coda degli amori mordi e fuggi risulta essere Quarto Oggiaro (4,2%).